Vigiliamo su politica di gestione forestale di APRIL | WWF Italy

Vigiliamo su politica di gestione forestale di APRIL

Notizie pubblicate su 29 January 2014   |  
Piantagioni APRIL a Sumatra
© Eyes on the Forest
Il WWF ha accolto favorevolmente la politica sostenibile di gestione forestale (SFMP) presentata da Asia Pacific Resources International Ltd (APRIL) con la quale l’azienda presenta e sottolinea il suo impegno a sostenere le aree protette forestali e stabilisce un nuovo standard per l'industria della cellulosa e della carta in Indonesia.

"Dopo una lunga serie di richieste da parte del WWF di mettere fine agli abusi ambientali associati con l'industria della cellulosa e della carta, la politica di gestione forestale sostenibile presentata da APRIL sembrerebbe dimostrare la volontà da parte della società di trasformare le sue modalità di operare " ha detto Dante Caserta, Presidente del WWF Italia “Se APRIL  porterà avanti e procederà lungo la strada delineata con questa sua nuova politica di gestione darà senza dubbio un contributo positivo alla conservazione delle ultime foreste vergini dell'Indonesia, alla ricca biodiversità che ancora le abita, alla riduzione delle emissioni di CO2 e alle comunità locali che dei prodotti della foresta vivono".

Nello sviluppo di questa nuova politica, da oggi APRIL stabilirà una moratoria sul taglio delle foreste in quelle concessioni in cui non c’è stata una valutazione indipendente dei loro valori di conservazione. L'azienda e i suoi principali e più importanti fornitori completeranno la creazione di nuove piantagioni entro la fine del 2014 e sosterrà uno studio pilota per contribuire allo sviluppo e alla applicazione di metodi validi e già verificati nel settore forestale per la valutazione e la protezione degli High Carbon Stock (HCS) delle foreste e delle importanti e insostituibili ultime area di torbiera esistenti.
Vi è però un aspetto della policy presentata che va chiarito e migliorato. L’impegno assunto con questa policy permette ancora ad APRIL di utilizzare i suoi stabilimenti per la produzione di polpa di legno proveniente da foreste tropicali fino alla fine del 2019. Il WWF continua ad esortare APRIL a utilizzare solo il 100% di legno proveniente esclusivamente dalle proprie piantagioni entro il 2014, facendo attenzione che senza processi decisi e puntali ed un monitoraggio indipendente con questa decisione anche il legname proveniente da foreste con un alto valore di biodiverisità e importanti serbatoi di carbonio potrebbero continuare a venire utilizzati, grazie alla scappatoia concessa fino al 2019.
Allo stesso modo, mentre lo studio sulla valutazione degli stock di carbonio viene promosso, si dovrebbero comunque coinvolgere tutte le parti interessate e APRIL dovrebbe applicare il principio di precauzione, evitando il taglio delle foreste nelle sue concessioni e farsi da subito promotrice di tutte le potenziali aree HCS almeno fino a quando non si raggiunga e definisca uno standard industriale puntuale.


Il WWF apprezza anche l'impegno di APRIL di istituire un comitato consultivo di Stakeholder (SAC) e accoglie con favore l'invito a farne parte. Il WWF spera che la SAC diventi un gruppo credibile e indipendente che coinvolga continuamente la società nell'efficace attuazione e rafforzamento della sua politica.
Valutando il piano di APRIL rispetto ai requisiti fissati nelle tappe dall’ Environmental Paper Network (EPN), il WWF ha accolto con favore anche l'impegno di APRIL nel sostenere le aree di conservazione della foresta in misura equivalente alle sue aree di piantagioni.

"Questo impegno introduce un nuovo capitolo nel settore della carta indonesiana verso la sostenibilità che dovrebbe essere seguito da altre aziende", ha detto Caserta"Il WWF chiede agli acquirenti di cellulosa e carta a livello internazionale, e l’Italia ne è un grande acquirente e consumatore, di osservare da vicino il monitoraggio indipendente e le valutazioni che proverranno dalla società civile come prova del rispetto da parte di APRIL verso gli impegni che si è assunti con questa nuova policy, assumendo la decisione di fermare le sue relazioni commerciali se tali impegni e questa policy non venga portata avanti"

Il WWF aderisce anche con il World Business Council per lo Sviluppo Sostenibile ed altri importanti interlocutori internazionali alla sollecitazione al  proprietario di APRIL, il Royal Golden Eagle (RGE) Group, affinchè attui politiche simili su altre entità aziendali coinvolte nella produzione di cellulosa e carta e su altre industrie associate ai processi di deforestazione e degradazione delle foreste.

Piantagioni APRIL a Sumatra
© Eyes on the Forest Enlarge

Commenti

blog comments powered by Disqus