WWF e impatto ambientale: trivellazioni bocciate in Abruzzo | WWF Italy

WWF e impatto ambientale: trivellazioni bocciate in Abruzzo

Notizie pubblicate su 05 June 2013   |  
No alle trivellazioni, manifestazione a Pescara del 13 aprile 2013
© Lucio Biancatelli WWF Italia

WWF Abruzzo e Impatto ambientale: Bocciate le trivellazioni a Scerni dal Comitato V.I.A.

Il Comitato V.I.A. in Abruzzo ha bocciato le trivellazioni a Scerni (CH) avanzata da Medoil gas Civita Ltd, una consociata della  Medoilgas Italia (Medit), stesso soggetto che ha proposto Ombrina Mare. Gli elementi per la bocciatura sono stati la pericolosità dell'area secondo il PAI (Piano di Assetto Idrogeologico), l'impatto economico e sociale, il rischio ambientale e per la biodiversità della fauna locale e l'inquinamento acustico. Il pozzo avrebbe aggiunto al panorama di Scerni una trivella di decine di metri per la perforazione di circa 1600 metri, dando il via a 25 anni di cantiere in una zona collinare a destinazione agricola, sito inoltre dell'Istituto Tecnico Agragrio, eccellenza abruzzese dal 1876. WWF è soddisfatta dalla bocciatura delle trivellazioni del Comitato V.I.A ed è allarmata per la mancanza di interesse delle aziende per l'impatto ambientale su natura e biodiversità abruzzese.
No alle trivellazioni, manifestazione a Pescara del 13 aprile 2013
© Lucio Biancatelli WWF Italia Enlarge

Commenti

blog comments powered by Disqus