Monti Annamiti | WWF Italy

Monti Annamiti

 rel=
Fiume Mekong, vicino a Luang Prabang. Laos
© Peter Denton / WWF

La dorsale verde del Vietnam e del Laos, i Monti Annamiti

Il Mekong collega attraverso un grande reticolo idrografico alcune delle aree più selvagge e naturali del nostro pianeta. Aree oggi anche inserite tra quelle più minacciate da interventi devastanti e da una politica di crescita economica basata sulla valorizzazione delle risorse naturali presenti ma che sembra non riconoscere il valore dei principi di sostenibilità nella loro gestione.
La catena Montuosa degli Annamiti tra il Laos ed il Vietnam rappresenta un’area di inestimabile valore per la conservazione, un patrimonio di biodiversità senza eguali. I fattori di minaccia più gravi per l’area sono molteplici, e includono l’agricoltura, il taglio di legname, la caccia, la pesca, il commercio di specie selvatiche, lo sfruttamento di prodotti forestali, e lo sviluppo di infrastrutture. Tutte queste sono aggravate dall’incremento della popolazione umana e dall’immigrazione di altri gruppi etnici nell’area, dove portano differenti e spesso insostenibili stili di vita. Queste minacce, qualora incontrollate, potrebbero distruggere irreparabilmente l’ambiente tipico dei grandi annamiti entro i prossimi anni. A lungo termine, la perdita di habitat rappresenta la minaccia più grave all’integrità della biodiversità presente nella regione, considerando che la copertura forestale è stata già considerevolmente ridotta in tutta la regione, soprattutto nelle aree pianeggianti.

In questo contesto il WWF Internazionale ha favorito uno specifico programma di lavoro per contenere tali minacce e garantire la conservazione di questi ambienti unici.

Tra le azioni di conservazione promosse si ritiene prioritario intensificare le misure di protezione già in atto per le specie bandiera in pericolo di estinzione, come il rinoceronte di Giava, l’elefante, il Saola, il langur di Delacour, il presbite di Francois, e i langur duca, e molte delle specie di primati maggiormente a rischio di estinzione, a livello mondiale.

Fondamentale appare inoltre migliorare le condizioni dei parchi nazionali e delle altre aree protette esistenti e promuoverne la creazione di nuove per preservare le più importanti vallate e foreste della catena degli Annamiti.

Per le specie la cui sopravvivenza non può essere garantita conservando solo il loro habitat, diventa vitale pilotare lo sviluppo delle infrastrutture affinché non si ripercuota sulle loro popolazioni. Ciò è particolarmente urgente per il rinoceronte di Giava nel parco nazionale di Cat Tien.

La conservazione e la corretta gestione delle foreste dovrebbe essere migliorata incentivando un dialogo costruttivo con l’EU per promuovere il FLEGT e una relativa VPA, specificamente mirata allo sfruttamento del legname e ai prodotti finiti da esso derivati, favorendo quelle politiche d’acquisto che garantiscano che tutto il legname prodotto e importato, così come tutti i prodotti derivati dal legno tagliato e commerciato in modo illegale siano vietati, per fermare il taglio e commercio illegale di legname da altri paesi. Ciò deve essere fatto anche migliorando e sviluppando
la certificazione forestale FSC e promuovendo con le compagnie locali del legno una catena di custodia credibile e trasparente.
Iscriviti al WWF