Come ci finanziamo | WWF Italy

Come ci finanziamo

 rel=
© WWF / Simon Rawles

I Soci e i donatori sono la vera grande risorsa del WWF

I fondi del WWF provengono principalmente dalle quote associative dei soci, da donazioni e lasciti testamentari per oltre  il 51% del totale raccolto in un anno. 

Inoltre l'Associazione riceve da aziende sostenitrici circa il 15% delle proprie entrate. Nel caso dei progetti di conservazione, i fondi possono  arrivare da istituzioni come l'Unione Europea o il Ministero  dell'Ambiente, che affidano al WWF la gestione e la realizzazione di specifici progetti.
La percentaule di tali entrate  varia di di anno in anno con importi mediamente prossimi al 20% dei fondi disponibili.

Infine i lasciti e le grandi donazioni. A partire dalla fine degli anni novanta sono sempre più numerosi i privati  cittadini che attraverso lasciti e grandi donazioni contribuiscono alle attività di conservazione e tutela dell'ambiente.  L'Oasi WWF del bosco di Vanzago, ad esempio, è un lascito del  Commendatore Ulisse Cantoni, mentre la sede WWF di  Napoli è un lascito della professoressa Maria Agugliaro. Lo stesso acquisto della sede nazionale di Via Po, che  ospita gli uffici del WWF Italia, del Programma Mediterraneo, del Programma Specie internazionale e del WWF Lazio,  è stato possibile grazie al generoso lascito di un nostro socio.