Pesca | WWF Italy

Pesca

ocean, fish, blue rel=
© Robert Delfs

Per secoli, mari e oceani sono stati considerati come risorse infinite di cibo. 

 

Gli Oceani, in termini di beni e servizi, valgono almeno 24 mila miliardi di dollari, circa 2,500 miliardi di dollari l'anno e si pongono al settimo posto tra le dieci maggiori economie mondiali

Nonostante questo, l’incremento della pesca negli ultimi 50 anni, attraverso pratiche industriali insostenibili sta lentamente portando al collasso le riserve ittiche e distruggendo gli habitat marini.

Tra il 1970 e il 2010 è scomparsa la metà dei coralli presenti nel pianeta e mentre le specie marine sono diminuite dl 39%.

Per questo, nel 2015 abbiamo avviato FishForward: un progetto ambizioso in 11 Stati membri dell’Unione europea per aumentare la consapevolezza dei consumatori sulle possibili conseguenze ecologiche e sociali del consumo di pesce. Il problema di fondo è che i nostri mari sono sovrasfruttati.

Come WWF Italia siamo impegnati nella difesa e tutela del Mediterraneo, delle sue coste e di tutte le specie che lo popolano, come le tartarughe marine.

 

PROTEGGI IL MEDITERRANEO

L'Ecoregione del Mediterraneo è un'area vastissima, marina e terrestre, che si estende dalle Coste Atlantiche del Marocco, e delle Isole Canarie, all'Anatolia orientale, fino ad interessare le Steppe del Medio Oriente e accoglie una grandissima varietà di ambienti e paesaggi, rappresentando un delicato intreccio di cultura e biodiversità

Purtroppo, questo equilibrio è sempre più minacciato dall'impatto che alcune attività hanno su questo fragile ecosistema, come consumo del suolo, desertificazione, pesca eccessiva e inquinamento.

Con il tuo aiuto possiamo preservare questo scrigno di biodiversità che circonda il nostro Paese e assicurare un futuro a tutte le specie che lo popolano. 

Agisci ora, salva il nostro Mare >>

SEGUICI SU