Le vertenze | WWF Italy

Le vertenze

 rel=
Riserva naturale dello Zingaro, Sicilia
© MichËle DÈpraz / WWF

Attività legale

L’attività legale è uno strumento importante della conservazione ed è per questo che ogni anno decine di avvocati assistono il WWF per difendere l’ambiente nelle aule dei tribunali. Un lavoro distribuito su tutto il territorio nazionale per contrastare, avanti a tutte le sedi giudiziarie, ogni forma di illegalità ambientale: attività e progetti devastanti, varie forme di inquinamento di acqua, aria e suolo e continue aggressioni alla fauna ed alla flora.

L‘Ufficio Legale del WWF Italia ogni anno prende parte attiva ad oltre 100 nuove azioni giudiziarie. Nel solo 2012, ad esempio, abbiamo attivato circa 50 nuovi ricorsi amministrativi e circa 100 nuove costituzioni di parte civile in processi penali riguardanti reati ambientali.
All’attività giudiziaria avviata nell’anno in corso vanno aggiunte le azioni giudiziarie avviate negli anni precedenti i cui diversi gradi di giudizio si svolgono negli anni successivi.

Sono sempre più frequenti i casi in cui è la stessa Magistratura a sollecitare l'intervento del WWF, identificandolo quale “parte offesa” nei decreti di rinvio a giudizio. Una fiducia conquistata negli anni attraverso moltissimo e qualificato lavoro.

Gli "avvocati del Panda"

I legali del WWF, insieme allo staff specializzato ed a centinaia di volontari attivisti in tutta Italia, si impegnano da anni in diversi ambiti:

Azioni giudiziarie e denunce contro l’abusivismo edilizio e le lottizzazioni svolte a partire dagli anni ’70 ;
• Opposizioni e ricorsi contro dighe, captazioni di acque, cementificazioni e regimazioni di fiumi e laghi, a tutela di aree di grande pregio naturalistico e paesaggistico;
• Azioni di tutela dei beni paesaggistici ed architettonici, dei Parchi e delle aree protette dall’Unione europea
• Azioni di tutela di boschi e foreste ed azioni giudiziarie contro attività di danneggiamento e distruzione (incendi, lottizzazioni, tagli illegali);
• Azioni di tutela del paesaggio montano e dell’integrità dei boschi minacciati da scempi edilizi, viari, impianti di risalita, taglio di alberi e incendi;
• Azioni di tutela del mare , della fauna marina, delle coste, ed azioni giudiziarie contro attività di danneggiamento e inquinamento : pesca illegale, navi dei veleni, scarichi, trivellazioni petrolifere;
• Opposizioni, denunce e ricorsi contro la realizzazione di autostrade e superstrade;
• Azioni giudiziarie e denunce contro l’espansione di cave, l’estrazione di materiale da colline, montagne e fiumi;
• Azioni giudiziarie (ricorsi, denunce e costituzioni di parte civile) contro la localizzazione di discariche di rifiuti, la costruzione di inceneritori, traffici illeciti di rifiuti industriali ed urbani, scarichi abusivi;
• Azioni giudiziarie (ricorsi, denunce e costituzioni di parte civile) contro la realizzazione di impianti energetici non conformi alle leggi di tutela ambientale italiane ed europee;
• Opposizioni e proposte alternative ad alcuni progetti dell’Alta Velocità Ferroviaria ed a sostegno di un equilibrato potenziamento delle ferrovie al servizio di merci e trasporto pubblico locale;
• Azioni legali volte a contrastare il fenomeno dell’inquinamento di terra, aria ed acqua proveniente da insediamenti industriali, comprese grandi industrie quali gli impianti petrolchimici .
•Azioni giudiziarie (denunce e costituzioni di parte civile) per la prevenzione e repressione dei reati in materia di caccia e bracconaggio, e ricorsi amministrativi contro provvedimenti amministrativi sull’attività venatoria non conformi alle leggi nazionali ed europee;
•Azioni giudiziarie a difesa di specie protette e a rischio di estinzione appartenenti sia a specie autoctone sia a specie esotiche oggetto di commercio illegale;
•Azioni giudiziarie contro attività di maltrattamento degli animali.