Quanto è stato perso | WWF Italy

Quanto è stato perso

 rel=
Sfruttamento della riserva naturale di Gamba, Gabon
© Michel Gunther / WWF

La perdita di biodiversità del nostro Pianeta

Nell'ultima edizione (2016) l'Indice del Pianeta vivente fa registrare un declino di circa il 58% delle popolazioni di vertebrati. Sono state prese in esame oltre 14.000 popolazioni di 3.706 specie di mammiferi, uccelli, rettili, anfibi e pesci.

L'indice del Pianeta vivente è un indicatore composito che misura le variazioni di dimensione delle popolazioni di specie selvatiche, allo scopo di indicare i trend nello stato generale della biodiversità globale. Tra i casi più eclatanti di declino, citati dal Report WWF, il caso delle popolazioni che vivono negli ecosistemi di acqua dolce, in particolare di anfibi, declinate di oltre l’80% dal 1970.

Drammatico anche il caso dell’elefante africano (Loxodonta africana), la cui popolazione in alcune aree è calata del 66% a causa dell’altissimo tasso di bracconaggio, responsabile di oltre il 60% dei casi di mortalità documentata.

Un equilibrio delicato

 
	© Sanchez & Lope / WWF
Ogni organismo svolge un ruolo fondamentale per la salute e il benessere del Pianeta.

Alcune piante e batteri ci aiutano a mantenere l’ambiente pulito grazie alla loro capacità di degradare i nostri rifiuti e a riciclarne i nutrienti. I lombrichi mantengono il terreno fertile, favorendo la decomposizione della sostanza organica, e spugnoso, scavando gallerie che consentono all’aria e all'acqua di scendere in profondità. Grazie alle api e agli altri insetti impollinatori le piante continuano a fiorire, a riprodursi e a produrre frutti. I funghi svolgono un ruolo insostituibile nei cicli di decomposizione del suolo e sono indispensabili per il funzionamento dell’apparato radicale di numerose specie di alberi. Molte specie di uccelli e mammiferi disseminano i frutti selvatici. I grandi predatori come, tra gli altri, leoni, tigri, leopardi, lupi, orsi, balene mantengono bilanciata la catena alimentare e sane le popolazioni predate.

È un equilibrio molto delicato, che va rispettato e protetto ogni giorno.