Efficienza energetica, risparmiare energia | WWF Italy

Efficienza energetica, risparmiare energia

Efficienza energetica

L’efficienza energetica delle nostre abitazioni e degli apparecchi in esse contenuti consentirebbe di risparmiare un’enorme quantità di energia e, quindi, di limitare la produzione di anidride carbonica riducendo l’effetto serra. Per questo il WWF Italia ha lanciato la campagna “Generazione clima - efficienti per Natura”.
I cambiamenti climatici in atto sul nostro Pianeta sono qui e ora: l’effetto serra è una realtà che potrebbe avere nel breve-medio termine effetti devastanti. Il clima minaccia la civiltà e siamo di fronte alla necessità di ridurre al più presto e il più possibile le emissioni di anidride carbonica in atmosfera. Con la campagna GenerAzione Clima il WWF lancia una nuova sfida: ridurre almeno del 30% le emissioni dei gas serra in Italia entro il 2020. E lo stesso dovrebbe avvenire negli altri paesi europei. L’obiettivo, promosso a livello internazionale dal WWF, concorrerebbe alla salvaguardia del 20-30% delle specie che sono a rischio di estinzione a causa dei cambiamenti climatici e alla riduzione degli impatti sull’uomo.

Allo stato attuale, però, nel nostro paese mancano strumenti di programmazione economico-legislativa su clima ed energia che possano garantire il raggiungimento degli obiettivi di riduzione sopra indicati e la realizzazione di obiettivi ancora più ambiziosi per il futuro. L’assunzione di responsabilità da parte delle istituzioni nazionali è quindi un aspetto fondamentale. Con il cantiere Manifesto per il clima, il WWF propone e chiede ai cittadini di appoggiare l’adozione di una strategia integrata sul clima a livello istituzionale. Si proporrà la definizione di un obiettivo di riduzione delle emissioni di gas serra di lungo termine, e di tappe pluriennali. Questo porterà necessariamente a una serie di strumenti strategici che consentano all’Italia di raggiungere realmente gli obiettivi fissati, sulla scorta di quanto sta già accadendo nei maggiori paesi europei, a cominciare dalla Gran Bretagna. Il governo britannico, infatti, ha proposto il “Climate Change Bill”, una legge che si pone come obiettivo la riduzione delle emissioni del 60% entro il 2050. La legge sul clima verrà approvata dal Parlamento del Regno Unito nei prossimi mesi.

Lester Brown, uno dei maggiori pensatori contemporanei nonché membro del Comitato scientifico del WWF Italia, costatando che le conseguenze della crisi del clima sono già oggi pericolosamente peggiori di quello che gli scienziati avevano previsto solo due anni fa, sostiene che l’obiettivo che dobbiamo porci è un taglio delle emissioni pari all’80% entro il 2020. In questo modo si potrà ristabilire un giusto equilibrio tra le emissioni di anidride carbonica e la capacità della natura di sequestrarla, e ciò bloccherebbe l’aumento di suddetto gas in atmosfera e si potrebbe quindi contenere l’aumento delle temperature future. Nel suo libro dal titolo “Piano B 4.0 - Mobilitarsi per salvare la civiltà” (consultabile gratuitamente a questo link) Lester Brown indica cosa possiamo fare e come agire per raggiungere questo obiettivo.

Il piano di taglio delle emissioni include lo stop alla deforestazione e la drastica riduzione dell’uso di combustibili fossili (soprattutto carbone e petrolio). Proprio questo secondo punto tocca due aspetti importanti: l’aumento dell’ efficienza energetica per compensare la crescita prevista della domanda e lo sviluppo dell’ampio ventaglio planetario delle energie rinnovabili al fine di ottenere la chiusura di tutte le centrali elettriche alimentate a carbone e a oli combustibili.

Per farsi un’idea, la produzione totale di energia elettrica nel mondo nel 2006 è stata pari a 18.500 miliardi di kilowattora. Di questi, i due terzi provengono da combustibili fossili (il 40% dal carbone, il 6% dal petrolio, il 20% dal gas naturale), il 15% dal nucleare, il 16% dall’energia idroelettrica e circa il 2% dalle altre rinnovabili.

I cambiamenti climatici rappresentano dunque un fenomeno globale che richiede una risposta globale. È arrivato il momento di stabilire e adottare, a livello mondiale, degli standard di efficienza determinati sulla base delle migliori performance già oggi presenti sul mercato.

Per approfondire

Leggi il libro di Lester Brown "Piano B 4.0 - Mobilitarsi per salvare la civiltà", da cui è presa parte dei testi di questa pagina.

Top Ten

 
	© WWF Italia

Vogliamo permettere ai consumatori e alle consumatrici di trovare velocemente i migliori prodotti e servizi per il posto di lavoro o la casa.

Buoni, migliori, ottimi, per noi significa che:

- consumano poca energia
- sono rispettosi dell'ambiente,
- hanno una buona funzionalità ,
- non sono nocivi per la salute,
- sono di elevata qualità

Migliorare l'efficienza energetica, risparmiare energia

A livello europeo l’obiettivo della riduzione del 20% dei consumi di energia primaria non è ancora vincolante, ma nel corso degli ultimi anni sono  stati approvati  diversi provvedimenti a sostegnodell’efficienza energetica. L’Italia, dove spesso si sente parlare di efficienza, in realtà i provvedimenti hanno avuto alti e bassi, manca anche sull’efficienza un piano organico e attuato. Il WWF ritiene possibile tagliare i consumi di almeno il 40% e il rapporto “Obiettivo 2050, - Per una roadmap energetica al 2050: rinnovabili, efficienza, decarbonizzazione”, indica numerose poltiche e misure per raggiungerlo.

Ma sull’efficienza, possiamo tutti fare qualcosa. Molti di noi, soprattutto nel mondo sviluppato, tende a dare l’energia elettrica per scontata, quindi non fa caso agli sprechi. Ecco solo alcuni dei tanti esempi di come si può risparmiare.


Stacca la spina!
Una cosamolto sempliceche si può fareè quello di spegneretelevisori, computer e altri dispositivi elettroniciquando non sonoin uso.
TV, lettori DVD, impianti stereoe computerusano ancora tra il 10 e il 60%di energia anche quando sono in 'stand by'.


Cambia la luce

Lo sapevate cheil costodell’ illuminazione può arrivarefinoal 15% della bolletta elettrica?
È possibile ridurrela quantità di energiaper illuminarela vostra casa e il vostro ufficio installando lampadinea basso consumo energetico (controllate i consumi realòi a partità di illuminazione, sulla confezione) e usando. riflettorie lampadedirezionali perottenere la lucedove serve  di più. E poi, ovviamente, bisogna spegnerele luci quandonon sonoin uso.


Abbassa il riscaldamento

Avetedavvero bisogno diandare in giroin T-shirt tutto l'anno? Impostare la temperaturadel sistemadi riscaldamentounpo'più bassofa risparmiare energia. A volteindossareun maglionein piùfa stare più caldiefa risparmiare sullebollette del riscaldamento.


Alza la temperatura in estate

Se non puoi fare a meno del condizionatore, almeno metti una temperatura ragionevole. Oltretutto, limitare lo scarto tra la temperatura esterna e quella interna ti aiuta a non ammalarti. Semmai, lascia stare la giacca e indossa la T-shirt, come fanno in molti uffici, per esempio in Giappone.


Utilizza l’acquacon saggezza

I sistemi idricipubblicirichiedonoun sacco di energiaper purificaree distribuire l'acquaalle famiglie–così,risparmiare acquaci fa anche ridurrele emissioni di gasa effetto serra. Assicurati inoltre cheil termostatononsia impostatasopra i di 60 ° Ce fai unabreve docciainvece del bagnoper ridurre al minimola quantità di energiautilizzata perriscaldare l'acqua.


Usa il computer portatile

Consuma cinque volte in meno del PC. E attiva il risparmio di energia, perché i fantasiosi screen saver che si vedono in giro non risparmiano energia, al contrario di quel che si crede.


Lava in economia

Utilizzala lavatriceo la lavastoviglie soloapieno caricoe selezionai programmi dirisparmio energeticoe / ola temperaturapiù bassa possibile. Non utilizzare l’asciugatrice, l’aria aperta è molto meglio!


Scegli bene!

Se proprio devi cambiare un elettrodomestico, vai sul sito Top Ten  e scegli il più efficiente.


Ristruttura la casa pensando al futuro
Fare lavori di efficienza in casa può sembrare oneroso. Ma se cerchi bene, puoi trovare anche le ESCO che ti finanziano e si ripagano con i risparmi futuri. E puoi usufruire anche della defiscalizzazione del 55% (sperando che il Governo la mantenga, verifica tra le news). Comunque sia, pensa sempre che andiamo verso un futuro in cui l’autosufficienza (con le rinnovabili) e il risparmio verranno premiati, quindi integra il risparmio e l’uso efficiente di energia con l’autoproduzione, se puoi.

Una maggiore efficienza energetica porta alla riduzione dei consumi di energia primaria e finale, riducendo, a parità di mix di combustibili, le emissioni di gas serra e rendendo più facile l’eliminazione dei combustibili fossili e l’approvvigionamento con le energie rinnovabili.