Cosa fare durante un temporale estivo | WWF Italy

Cosa fare durante un temporale estivo



Notizie pubblicate su 07 August 2017
fulmine, temporale
fulmine, temporale
© Day's Edge WWF-US
In estate, può accadere che durante un'escursione o mentre ci si trova a mare, si venga sorpresi da un brusco temporale. Si tratta di fenomeni del tutto naturali, ma è bene essere preparati e sapere come comportarsi in queste situazioni. 

In montagna

Se siamo in montagna ad osservare avvoltoi, come il bellissimo gipeto barbuto, ma arrivano temporali con fulmini, se c'è tempo, è meglio tornare nell’auto, chiudendoci dentro, altrimenti mai mettersi sotto alberi isolati o più alti di quelli circostanti, né toccare oggetti metallici. Se siamo in campo aperto, allontaniamoci di alcuni metri dai nostri amici ed accovacciamoci.

Al mare

Se siamo al mare a fare snorkeling per osservare le meraviglie del nostro Mar Mediterraneo come la foca monaca, la balenottera comune o la tartarughe Caretta caretta, usciamo dall’acqua ma evitiamo di tornare sotto l’ombrellone metallico, potrebbe attirare i fulmini.
Se invece ci troviamo su una una magnifica costa rocciosa per farci un selfie con un simpatico gabbiano corallino e vediamo la tempesta che si avvicina, allontaniamoci di qualche metro per evitare che onde improvvise lo trasformino in un selfie subacqueo e il gabbiano ci derida per il resto della vita.  

Lungo un fiume

Se siamo lungo un fiume a campionare macrobenthos (comunità di affascinanti invertebrati acquatici come crostacei, efemerotteri, o irudinei) allontaniamoci dalle sponde per evitare piene improvvise: il macrobenthos sopravvivrà anche senza di noi e potremo terminare il campionamento il giorno dopo. 


 



 
fulmine, temporale
fulmine, temporale
© Day's Edge WWF-US Enlarge