Oltre l'Ora della Terra, l'incoraggiamento di papa Francesco | WWF Italy

Oltre l'Ora della Terra, l'incoraggiamento di papa Francesco

Notizie pubblicate su 30 March 2014   |  
Diamo speranza al Futuro
© WWF
L’Ora della Terra - Earth Hour del WWF ha battuto tutti i record di partecipazione nella sua ottava edizione che si è chiusa da poche ore: milioni di cittadini di tutto il mondo hanno partecipato al più grande evento al mondo per il pianeta. Lo scorso anno erano oltre 2 miliardi e l’’Ora della Terra 2014 potrebbe ancora superare tale cifra. Il viaggio dell’Ora di Buio è iniziato ieri mattina attraversando più di 162 tra paesi e territori, dalla Nuova Zelanda a Tahiti dopo aver spento le luci dei monumenti e animato piazze e luoghi naturali: il messaggio del WWF contro il cambiamento climatico ha fatto così  il giro del mondo promuovendo anche progetti concreti  di sostenibilità.

Quest’anno l’evento Earth Hour è però andato oltre l’Ora di buio: il messaggio per il pianeta è stato portato questa mattina dal WWF di nuovo  in Piazza San Pietro, lo stesso luogo che ieri sera ha visto un’enorme partecipazione di pubblico all’evento allestito per assistere allo spegnimento della Basilica di San Pietro. 

Durante l’Angelus decine di volontari e attivisti del WWF hanno assistito alle parole del Papa esponendo il messaggio “Diamo speranza al futuro” tra le migliaia di pellegrini. Nel suo messaggio ai fedeli il Papa ha voluto riconoscere  l’impegno dell’Associazione:  “Saluto i rappresentanti del WWF Italia, incoraggiandoli per il loro impegno nella difesa dell’ambiente”.

“Siamo enormemente felici dell’attenzione che il Papa ha voluto dedicare alla nostra manifestazione globale che unisce tutti i popoli della terra nello spirito di collaborazione e speranza per il futuro – ha commentato Dante Caserta, Presidente del WWF Italia direttamente da Piazza San Pietro – Ringraziamo il Santo Padre soprattutto perché  le sue parole sono in grado di raggiungere tutti gli angoli del pianeta, specie le aree più povere colpite dagli effetti disastrosi del cambiamento climatico. Il suo messaggio di incoraggiamento ci aiuta a sostenere una sfida importante: con le parole “Diamo speranza al futuro” ci siamo ispirati alle parole più care per  Papa Francesco per sottolineare l’urgenza di  azioni concrete che le generazioni di oggi devono adottare affinchè quelle future possano vivere su un Pianeta abitabile e godere della natura come noi la conosciamo. Manifestazioni globali come l’Earth Hour che vedono una grande partecipazione da parte dei cittadini devono però essere seguite da azioni concrete da parte dei governi: gli effetti devastanti del cambiamento climatico impongono da subito scelte concrete e importanti”  -  

 "Earth Hour – Ora della Terra è stata celebrata in tutti i continenti e dalla gente in ogni angolo del mondo andando oltre i confini culturali, politici, di razza e religione a riprova del potere che tutti noi abbiamo quando siamo uniti per questo incredibile pianeta. L’Ora della Terra a luci spente è un potente promemoria per tutti e dice che possiamo contribuire a fornire le soluzioni per la creazione di un futuro più sostenibile per il pianeta " , ha concluso  Dante Caserta Presidente – “Siamo tra le generazioni che hanno l'obbligo di cambiare e l'opportunità di tracciare un nuovo percorso per il futuro. La crisi economica e finanziaria su scala globale è sintomatica dei limiti dell'attuale modello di sviluppo. Tutti siamo chiamati a fare la nostra parte, anche quotidianamente. Siamo grati a tutti coloro che già oggi hanno fatto della sostenibilità una scelta di vita e quanti lo faranno domani - ha detto Raniero Maggini Vicepresidente WWF Italia presente all’Angelus - Le parole di Papa Francesco sono anche un riconoscimento per i tanti volontari e tutti coloro che sono attivi nel WWF Italia per il loro l’impegno nel dare ogni giorno speranza al futuro del pianeta”

Tra i risultati ispirati  dal successo di Earth Hour negli anni passati si ricorda che ha portato a una migliore legislazione al Parlamento russo per proteggere i mari dall’inquinamento da idrocarburi, la creazione di un'area protetta marina 3,4 milioni di ettari in Argentina e la prima  foresta targata Earth Hour in Uganda per lottare contro la deforestazione massiccia nel Paese . Tutti questi risultati sono stati alimentati dalla grossa partecipazione all’evento mostrando che il cambiamento per il pianeta può essere raggiunto quando l'individuo e il collettivo realizzano il loro potenziale .

Le immagini delle luci spente di monumenti e piazze stanno ancora facendo il giro del mondo: dal suggestivo skyline di Marina Bay di Singapore al Sydney Harbour Bridge e l'Opera House, dal Nido d'Uccello di Pechino a i Taipei 101 , il tempio buddista di Wat Arun a Bangkok, le Petronas Twin Towers di Kuala Lumpur e molti altri simboli che hanno preso parte alla celebrazione globale per il pianeta .

TUTTI PAZZI PER L’EARTH HOUR: L’INVITO DEI TESTIMONIAL

Testimonial speciali che hanno appoggiato l’iniziativa: nello spot italiano per Earth Hour i volti e i messaggi di Francesco Totti,  Massimiliano Rosolino, Marco Mengoni, Elisa, Alessandro Borghese, Marco Mengoni. Anche Spider-Man è insieme al WWF come primo supereroe ambasciatore per l’Earth Hour. Il personaggio, legato al film The Amazing Spider-Man 2: Il Potere di Electro in 3D (nelle sale italiane dal 23 aprile distribuito dalla Warner Bros. Pictures Italia) è a fianco del WWF così come il cast composto da Andrew Garfield, Emma Stone, Jamie Foxx, che stanno dando il loro supporto all’iniziativa di Earth Hour;

EVENTI IN ITALIA

In Italia l’evento principale si è svolto in Piazza san Pietro dove per tutto il pomeriggio si sono alternati curiosi e fotografi per immortalare i pandini simbolo del WWF e l’orso bianco specie minacciata dai cambiamenti climatici, bambini intenti a disegnare e Giacomo Bevilacqua, il noto fumettista autore de ‘A panda piace’ che ha realizzato una installazione dedicata al Panda e ai temi di Earth Hour su un pallone aerostatico di tre metri che è stato  poi alzato in volo in piazza durante lo spegnimento della facciata e della cupola.
Tra le quasi 300 città italiane che hanno spento i propri monumenti ‘è Firenze con il David a piazzale Michelangelo e ponte Vecchio, sempre in Toscana la Torre di Pisa e la piazza del campo di Siena. A Napoli il Maschio Angioino e Piazza Plebiscito mentre il WWF Campania è stato presente alla fiera internazionale Energy Med dedicata all’efficienza energetica e alle rinnovabili nel Mediterraneo con attività di educazione e sensibilizzazione sul tema del risparmio energetico. A Venezia si è spenta Piazza San Marco e del Palazzo Ducale preceduti da una camminata, organizzata grazie alla collaborazione di ASD Nordic Walking Mestre, a Milano candele e animazioni grazie alla cooperativa sociale onlus Cambiamo davanti al Castello Sforzesco,  a Torino la Mole Antonelliana, a Bari il Teatro Margherita, la Basilica di Spoleto, a Bologna, Trieste,  Grado e Olbia  il palazzo Municipale, a Genova la fontana di piazza De Ferrari, il Duomo di Ancona, a Campobasso il Castello Monforte, in Sicilia la Valle dei Templi e il Teatro Massimo di Palermo, a Cosenza piazza dei Bruzi.

ANCORA ‘SOCIAL’: CONTINUA  IL CONTEST DI SCRITTURA  “A QUALCUNO PIACE…AL BUIO”  SU REPUBBLICA.IT:

Tra i media partner quest’anno Repubblica.it ha voluto affiancare la promozione di Earth Hour invitando i  lettori a raccontare la ‘propria’ ora di buio: c’è tempo fino al prossimo 2 aprile. Decine i brevi testi già arrivati e tutti che sottolineano il ‘momento’ speciale creato proprio da quell’ora di assenza di luce. I migliori scritti verranno selezionati da un team del WWF che offrirà 3 doppi ingressi gratuiti per un’Oasi WWF.  http://earth-hour.blogautore.repubblica.it/

LE IMPRESE PER EARTH HOUR 

Anche quest’anno le imprese partner del WWF hanno aderito all’appuntamento Earth Hour promuovendo il messaggio WWF a favore del clima e della sostenibilità. Auchan spegnerà per tutta la giornata le insegne esterne di 50 ipermercati sparsi dal nord a sud e abbasserà le luci all’interno del punto vendita ogni ora, con attività di sensibilizzazione sul tema della riduzione degli sprechi e delle risorse. Mutti, impegnato con WWF a ridurre la propria impronta idrica e di carbonio sull’intera filiera produttiva, sensibilizza dipendenti e consumatori sui temi dell’iniziativa. Sofidel, membro del programma internazionale WWF Climate Savers per la riduzione delle emissioni, spegnerà simbolicamente le insegne luminose degli stabilimenti italiani. UniCredit, attivo anche attraverso la partnership con WWF sul tema clima e energia, aderisce anche quest’anno spegnendo gli edifici più rappresentativi, come la torre di Porta Garibaldi a Milano.

COME SOSTENERE IL PROGETTO ORSO POLARE

Per salvare la specie simbolo dei cambiamenti climatici è possibile donare direttamente sul progetto di conservazione alla pagina wwf.it/orsobianco oppure adottare un orso in pericolo, scegliendo tra le differenti tipologie di adozioni (semplice, con peluche o digitale) wwf.it/adottaunorso.
I fondi raccolti saranno impegnati nell’aiutare i paesi artici a sviluppare strategie per la difesa e la conservazione degli orsi polari; tra queste anche la riduzione dei conflitti tra gli orsi polari e le comunità locali, munendo le  squadre di sorveglianza delle attrezzature necessarie a tener lontani gli orsi che si avvicinano alle zone abitate. Si potranno continuare gli studi sugli spostamenti degli orsi, sul loro stato di salute, le loro tane e i loro luoghi di caccia e di riproduzione per poter intervenire in modo più diretto e concreto. Acquisteremo radio collari, motoslitte, telefoni satellitari e i kit veterinari fondamentali per studiare gli orsi nella loro più assoluta sicurezza.



L’ENERGIA ‘FOSSILE’ E’ DA DINOSAURI: UN GIOCO INTERATTIVO SUL FUTURO ‘RINNOVABILE’ 

Il WWF ha realizzato un cartoon interattivo dove si scopre l’origine dei carburanti fossili, come il petrolio, tra le cause principali dell’aumento di CO2 e il conseguente cambiamento climatico. Ma quali scenari sono possibili investendo nelle energie rinnovabili? L’animazione permette di vedere il futuro che ci aspetta investendo risorse in carbone e altre fonti fossili e quello che si prospetta con un cambiamento radicale a favore delle energie rinnovabili. Possiamo firmare la Petizione rivolta ai governi di tutti i paesi (il gioco è tradotto in tutte le lingue) che appare al termine del gioco e fare così la nostra parte. GUARDA http://yourpower.panda.org/it/index.html. Il gioco ‘animato’ è stato premiato come “Site of the Day” per il CSS Design Awards

IDENTIKIT EARTH HOUR:
QUANDO: la prima edizione è del 26 marzo 2007 dalle 20.30 alle 21.30
DOVE: in tutto il mondo, in decine di piazze italiane, nelle case, negli uffici, nelle sedi istituzionali
CHI: centinaia di milioni di persone
COSA: spengono le luci di monumenti e luoghi simbolo + si impegnano a “cambiare vita” per il pianeta
PERCHE’: per dire a gran voce che il mondo vuole un futuro sostenibile ed è pronto a realizzarlo

UN PO’ DI STORIA: Nato nel 2007 nella sola città di Sidney, nel giro di tre anni l’Ora della Terra è letteralmente esplosa, grazie anche a una diffusione capillare via web e social network, e attraverso le varie edizioni ha coinvolto testimonial eccellenti come l’attrice Kate Blanchett, la top model Gisele Bundchen il regista Pedro Almodovar, la musicista Alanis Morisette, le squadre di calcio del Real Madrid e del Bayern Monaco, il premio Nobel per la pace Desmond Tutu, e in Italia Francesco Totti e Fabio Cannavaro, Francesco Facchinetti, Camila Raznovich, ma anche Rita Levi Montalcini, Ricky Tognazzi, Giorgio Armani. Nel 2010 l’Ora della Terra ha “spento” 1200 tra i monumenti più famosi del pianeta, oltre alle sedi di istituzioni e imprese, le case e le scuole di più di 4500 grandi o piccole città in 128 Paesi, per una “ola” di buio che attraverso tutti i fusi orari ha fatto letteralmente il giro del mondo.

Diamo speranza al Futuro
© WWF Enlarge
Diamo speranza al futuro
© Sara Bragonzi WWF Italia Enlarge

Commenti

blog comments powered by Disqus