Lago di Campolattaro | WWF Italy

Lago di Campolattaro



 rel=
Oasi WWF Lago di Campolattaro
© C. Campolongo

Oasi di Protezione

L’Oasi tutela una piana alluvionale naturale
L’Oasi WWF del Lago di Campolattaro si trova all'interno di un Sito d'Importanza Comunitaria (SIC IT8020001) nei Comuni di Campolattaro e Morcone (Bn).

E' inoltre una Zona di Protezione Speciale (ZPS IT8020015)

L'aera si estende per circa 1.000 ettari e si trova in corrispondenza della valle del fiume Tammaro.

Importante lago artificiale è una zona umida fondamentale costituita da una piana alluvionale sulla quale è stato creato un invaso artificiale sbarrando il fiume Tammaro.
Nel lago si è stanziata una colonia di aironi, simbolo di una natura tutta da scoprire e preservare.

All’interno dell’Oasi si svolgono attività di educazione ambientale e attività di monitoraggio dell’avifauna.
 


FESTA DELLE OASI - 29 MAGGIO 2016

PROGRAMMA:

9:00 accoglienza visitatori al Centro Visite “Il Gruccione” e presentazione della giornata
10:00 e 11:00 visite guidate sul sentiero natura e all'aula didattica all'aperto con birdwatching
11:00 Laboratorio “Save the Birds” (costruzione cassette nido)
13:00 pranzo con le agri-aziende del territorio (contributo 10,00 €, è gradita la prenotazione)
15:00 laboratori di riciclo creativo
16:00 visita guidata presso l’Orto Antico a Campolattaro con l’associazione “Alisea Alto Tammaro”
17:00 visita guidata con birdwatching presso le “garzaie” (nidi coloniali degli aironi) dell’Oasi

Contatti e Orari

L’Oasi è aperta tutto l’anno: le visite vanno prenotate anticipatamente; per le scuole e i gruppi organizzati, tutti i giorni su prenotazione.

Le attività dell’Oasi sono affidate all’associazione Naturalmenteoasi 

Ingresso Oasi (centro visite)
Loc. Selvapiana Contrada Cuffiano
82020 Morcone (Bn)

Tel: Sabatino 324 981 6139 - Giacomo 320 862 0738 - Pedro 349 098 1102
e-mail: lagodicampolattaro@wwf.it; naturalmenteoasi@gmail.com

Facebook: Oasi WWF Lago di Campolattaro
 
Libro d'oro
Hanno contribuito alla nascita e dell’Oasi:
- gli attivisti della sezione Sannio e del gruppo attivo Alto Tammaro, che hanno lottato per un decennio per ottenere la chiusura della caccia e l’istituzione dell’Oasi;
- il Presidente della Provincia di Benevento on.le Carmine Nardone, che ha creduto nel progetto WWF e ha affidato all’associazione la gestione naturalistica dell’area.


 
 
	© WWF
Crimini di Natura
© WWF