Lombardia | WWF Italy

Lombardia

 rel=
Oasi di Vanzago, Lombardia
© Laura Radaelli / WWF-Italy

Le Oasi WWF in Lombardia

In questa regione il WWF, con le sue Oasi, è riuscito a proteggere dalla speculazione edilizia e dalla caccia 576 ettari di natura. La prima è stata l’Oasi Torbiere di Albate nata nel 1974 e l'ultima è l’Oasi Levadina istituita nel 2010.
Alcune delle specie protagoniste delle Oasi lombarde sono il capriolo, che ha trovato alla porte di Milano, nell'Oasi di Vanzago un rifugio sicuro; la salamandra pezzata che vive sulle Prealpi bergamasche nell'Oasi di Valpredina, o la rana di Lataste, uno degli anfibi più rari d'Europa, che vive nell'Oasi Le Bine.

Nell'Oasi di Vanzago e nell'Oasi di Valpredina sono presenti i Centri di Recupero per Animali Selvatici, sono veri e propri Pronto Soccorso per gli animali feriti dai cacciatori dove veterinari del WWF curano e riabilitano animali in difficoltà. Nell' Oasi Foppe di Trezzo c'è uno stagno didattico e qui si svolgono importanti attività e ricerche scientifiche. Ma c'è anche tanto altro da vedere e conoscere.

Il miglior modo per scoprire le Oasi è quello di vistarle, come fanno già migliaia di persone tra cui molte scuole. E tu cosa aspetti? Il WWF ti aspetta per accompagnarti alla scoperta della natura e nell’Oasi di Vanzago, di Valpredina, Le Bine e Galbusera bianca è possibile anche pernottare.