Ambiente, flora e fauna | WWF Italy

Ambiente, flora e fauna

Ambiente

Nella Riserva sono presenti gran parte delle specie arboree dell''antico ambiente planiziale padano, detto “pianalto asciutto”;

Dagli inizi del 1900 più ricco d’acqua per la presenza della rete irrigua del Canale Villoresi, che deriva le sue acque dal fiume Ticino. I boschi sono il relitto delle grandi tenute di caccia dei Visconti e degli Sforza. Rilevante la presenza di specchi d’acqua di varia profondità (per un totale di 12 ettari).
La campagna della fascia più esterna è ricca di prati stabili, di siepi, filari, fasce alberate. Estensione: 200 ettari

I boschi sono formati da roveri secolari, farnie, olmi, aceri campestri, carpini bianchi, tigli, ciliegi selvatici e castagni. Splendido nelle stagioni della fioritura il sottobosco dove spicca per bellezza e intensità di profumo il mughetto e la pervinca.
Vicino agli specchi d''acqua si sviluppa la vegetazione palustre, soprattutto nel bacino Lago Nuovo, dal quale emerge un isolotto colonizzato dagli ontani, dai salici bianchi e da un fitto canneto.
 

Curiosità

 
	© Andrea Longo
 

Flora e fauna

Il Lago Vecchio ha acque più ossigenate e ospita una fauna ittica più eterogenea (persici, lucci, tinche, cavedani).

Sono presenti 123 specie di uccelli di cui 53 nidificanti.
Durante i passi e in inverno gli specchi d’acqua si popolano di cormorani, gallinelle d''acqua, alzavole, moriglioni, germani reali, aironi cenerini, nitticore e tuffetti.
Nelle ultime stagioni fredde è comparso un visitatore d’eccezione per l’area padana: il grande airone bianco maggiore. Nel bosco vivono, tra gli altri, il picchio verde e il picchio rosso maggiore, il rigogolo, l’allocco, il gufo comune, lo sparviero, l''astore.
Tra i mammiferi, la donnola, la faina, il tasso, il ghiro, la lepre europea e una buona popolazione di caprioli, il simbolo della riserva, ai quali vengono lasciati a disposizione uno dei quattro tagli di fieno dei campi coltivati con criteri rigorosamente biologici. La proprietà di oltre 143 ettari è del WWF Italia; la gestione è del WWF Italia.  

Specie Simbolo

 
	© E. Boga