Visita l'Oasi | WWF Italy

Visita l'Oasi


Visualizzazione ingrandita della mappa

Trattandosi di riserva integrale le visite sono ammesse su autorizzazione dell’Ente Gestore per i soli motivi di studio, ricerca e didattica.

ATTIVITA'
Educazione ambientale, ricerca scientifica, stage e tirocini, didattica e formazione. 

COME ARRIVARE

COME ARRIVARE
La riserva è situata nell’entroterra maceratese a nord del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, in comune di Pievetorina. Si raggiunge con la SS 209 che collega Terni con la SS 77 nei pressi di Maddalena di Muccia (MC) 

Gestione e Strutture

La gestione è del Dipartimento di Botanica ed Ecologia dell' Università di Camerino, all'avanguardia in Italia per gli studi sulla conservazione.

All'interno della Riserva è situato il “Casale Piscini”, vecchio Casale di pastori in corso di ristrutturazione conservativa.
presso il Comune di Pievetorina e presso il Dipartimento di Botanica ed Ecologia dell’Università di Camerino operano le due sedi del Centro di Educazione Ambientale “Renzo Videsott”, presso il quale si possono consultare tutte le pubblicazioni scientifiche relative alla Riserva.
 

Nei dintorni

 - il Museo della Nostra Terra di Pievetorina;
- l’ Eremo Santuario di Sant'Angelo in Prefoglio ove secondo la tradizione sostarono S. Pietro e S. Paolo,
- il Santuario di Santa Maria in Caspriano di Casavecchia attorniato da boschi in un zona di notevole interesse paesistico
- la Pinacoteca "Chiesa di San Giovanni" con pitture del Trecento.

La Storia

La Riserva di Torricchio è stata la prima riserva naturale istituita nelle Marche, precisamente nel 1974, su proposta e per iniziativa del prof. Franco Pedrotti e con la collaborazione del WWF Italia. La riserva si estende su un’area di 317 ettari di proprietà dell’Università di Camerino donata da Mario Incisa della Rocchetta.

Pochi anni dopo, la riserva è stata ufficialmente riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente e quindi dalla Regione Marche; è l’unica riserva gestita direttamente da un’università, che – fin dall’anno della sua istituzione – ha avviato molte ricerche relative a geologia, ecologia, flora e fauna.

In occasione dei 40 anni di istituzione della riserva è in corso di preparazione un volume speciale che illustrerà gli aspetti naturali e culturali del territorio di Torricchio, le ricerche scientifiche e l’attività di conservazione svolta nella riserva.
“Torricchio” rappresenta una peculiarità assoluta per l’Università di Camerino (è l’unica università italiana a possedere e gestire una riserva naturale) e, di conseguenza, anche per il territorio della provincia di Macerata e della Regione Marche e, più in particolare, della Comunità montana. È un dato certo che la Riserva naturale di Torricchio contribuisce a rendere più prezioso il territorio nel quale si trova e a farlo conoscere non soltanto in Italia, ma a livello internazionale.