Visita l'Oasi | WWF Italy

Visita l'Oasi


Visualizzazione ingrandita della mappa

Aperta dal 15 Marzo a fine Ottobre. Le visite solo esclusivamente guidate, secondo un programma annuale e solo su prenotazione.
Possibilità di visita in altre date da concordare su prenotazione per gruppi di almeno 10 persone e scolaresche, con preavviso di almeno 7 giorni Possibilità di prenotare visite a cavallo.

I percorsi sono di varia lunghezza e dislivello ma agevoli e il livello di difficoltà è quello di sentieri escursionistici. Le visite partono o da Prunetta, in Comune di Piteglio, con ritrovo presso la pro-loco, o da Limestre, in Comune di San Marcello Pistoiese presso l’ingresso alla fattoria dell’azienda agraria. La durata della visita dipende dalla lunghezza del percorso scelto; nell’oasi non sono presenti servizi di ristorazione e bar, quindi si consiglia di portarsi la merenda o il pranzo al sacco. Abbigliamento e scarpe da montagna.

COME ARRIVARE

Si trova in provincia di Pistoia, comuni di Pistoia, Piteglio e San Marcello pistoiese.
Da Firenze o da Lucca: Autostrada A11 Uscita Pistoia. Tangenziale in direzione Modena-Abetone. L'oasi si trova in loc. Limestre, poco prima di S. Marcello pistoiese
Da Firenze o da Lucca:
Linea FS Viareggio- Firenze: stazione di Pistoia. Linea FS Pistoia- Bologna: stazione di Pracchia.
Da Pracchia si raggiunge Limestre mediante bus di linea 

Gestione e Strutture

La gestione è diretta della proprietà, la Società Immobiliare Agricola Limestre, che si avvale della supervisione e degli indirizzi di conservazione dati dal WWF Italia, è quindi Oasi affiliata WWF dal settembre 2006. Sono in fase di realizzazione un centro visite, una foresteria e un laboratorio didattico e percorsi attrezzati per disabili. L’oasi dispone di percorsi didattici con cartellonistica tematica specifica. 

La storia

La Società Metallurgica Italiana acquisì gli antichi stabilimenti di Limestre nel 1899, contemporaneamente con l’acquisto di alcuni impianti produttivi a Mammiano nell’area delle antiche ferriere. Nel 1911, con la realizzazione del nuovo stabilimento di Campotizzoro, confermò la sua presenza sul territorio montano determinandone lo sviluppo industriale con alterne vicende fino ai giorni nostri. Attraverso una graduale politica di acquisizione di terreni agricoli, l’azienda costituì nel tempo una vasta proprietà valorizzata con la bonifica agraria del 1939. Le proprietà nella valle del Limestre e dell’area di S.Vito furono infrastrutturate con strade di penetrazione, mediante la realizzazione di nuove unità poderali e con la ristrutturazione di quelle esistenti che, avviate ad una razionale attività agricola, favorirono l’incremento delle superfici coltivabili disboscando e dissodando terreni incolti.

Nei dintorni

 I siti dell’ecomuseo della montagna pistoiese, che comprendono luoghi di carattere storico etnografico (gli itinerari del ferro, della pietra, del ghiaccio, del carbone, dell’arte sacra e della religiosità popolare, della vita quotidiana della gente dell’Appennino pistoiese) e di interesse ambientale (orto botanico forestale dell’Abetone). Per info: Ufficio cultura della Provincia di Pistoia (Tel 057397461) www.provincia.pistoia.it/ecomuseo/default.asp , e- mail: ecomuseo@provincia.pistoia.it . Interessanti informazioni anche sul sito www.turismo.pistoia.it e su www.provincia.pistoia.it/sentieriacustici

Per mangiare e per dormire

Per informazioni contattare gli uffici dell’Agenzia per il Turismo dell'Abetone, Pistoia e Montagna Pistoiese
Tel. 0573 630145 www.pistoia.turismo.toscana.it
e il sito dell’ufficio turismo dalla Provincia di Pistoia: http://www.provincia.pistoia.it/indici/el_turismo.asp