Riproduzione | WWF Italy

Riproduzione

Coppia di orsi polari a Churchill, Canada. rel=
Orsi Polari, Churchill, Canada.
© François Pierrel / WWF

Gli accoppiamenti

 Gli orsi polari adulti sono solitari ma non disdegnano la compagnia, soprattutto nella tarda primavera e durante l’estate quando cercano un compagno con cui accoppiarsi.

I maschi rintracciano le femmine con l’olfatto e qualche volta combattono fra loro per conquistare la compagna.

Le coppie di orsi polari trascorrono insieme non più di una settimana per poi separarsi di nuovo. Il maschio andrà subito in cerca di un’altra femmina per nuovi accoppiamenti (comportamente chiamato poligamia).
Le femmine maturano sessualmente verso i 4/5 anni
I maschi maturano più tardi e generalmente iniziano a cercare di accoppiarsi verso i 5/6 anni, ma solo verso i 10 riescono a riprodursi con successo.

La nascita dei cuccioli

 In molte zone le femmine di orsi polari gravide scavano una tana nella neve o nel ghiaccio. La tana è il posto migliore dove rifugiarsi durante il terribile e freddissimo inverno artico. Qui – fra dicembre e gennaio - nasceranno i cuccioli che possono essere due oppure tre. Alla nascita i cuccioli di orso polare sono estremamente piccoli: pesano e sono grandi poco più di un panetto di burro!

Nella tana, scaldati e allattati dalla mamma, I piccolo crescono in fretta.
Solo però verso Marzo o Aprile saranno pronti per mettere il naso fuori “casa”.

All’inizio faranno solo delle veloci uscite, necessarie per abituarsi alle fredde temperature dell’artico. Ci vuole un po’ di tempo perché siano veramente pronti per lasciare la tana e affrontare neve, ghiaccio e mare.
Con la mamma passeranno 2 anni fondamentali per imparare a cacciare e a sopravvivere nelle situazioni più difficili. Dopo questo breve lasso di tempi i piccoli andranno per la loro strada e la femmina sarà pronta per un nuovo ciclo riproduttivo.