Chi è l'orso bruno? | WWF Italy

Chi è l'orso bruno?

 rel=
Salviamo insieme l'orso bruno
© ArchivioWWf/C.Frapporti
In Italia vivono tre distinti nuclei di orso bruno: due sulle Alpi, la prima nel Trentino occidentale e l'altra nel Tarvisiano e zone di confine tra Friuli Venezia Giulia, Austria e Slovenia; la terza è costituita dalla sottospecie "marsicana" dell’Appennino centrale.
Un nucleo di 10 orsi bruni provenienti dalla Slovenia sono stati reintrodotti nelle Alpi centrali grazie al progetto “Life Ursus” promosso dal Parco Naturale Adamello Brenta, in stretta collaborazione con la Provincia Autonoma di Tento e l'Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica, e co-finanziati dall'unione Europea (periodo 1996-2004). Questi individui si sono riprodotti, altri sono arrivati sulle Alpi dalla Slovenia e oggi vivono su tutte le Alpi circa 45 orsi.

Nell’Appennino gli orsi bruni si trovano in maggior densità nel Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise e nei territori limitrofi. Purtroppo negli ultimi decenni sono stati registrati numerosi casi di bracconaggio ed oggi vivono in in tutto l'Appennino centrale appena 50 individui.

Scopri il Progetto Life Ursus del Parco Adamello Brenta, per la ricostuzione di un nucleo vitale di orso bruno nelle Alpi.

L’Abc dell’orso bruno

Nome scientifico
Ursus arctos

Status di vulnerabilità IUCN
A rischio minimo di estinzione (Least Concern)

Caratteristiche fisiche
L’orso bruno europeo ha il mantello di colore bruno rossastro. Negli individui più giovani non è rara la presenza sul petto di un collare o una macchia chiara, a forma di “V”. Il muso è allungato.
Invece l’orso bruno marsicano ha il mantello di colore bruno marrone, più chiaro sulla testa, sul collo e sul dorso, e il muso è più corto e tozzo dell’orso bruno europeo.

Curiosità
Lo sai che il sonno invernale dell’orso bruno può durare fino a 6 mesi? E non è un vero e proprio letargo, infatti nelle giornate invernali un po’ più calde non è raro che esca alla ricerca di cibo.