Smog, smettere di inquinare è l'unica soluzione | WWF Italy

Smog, smettere di inquinare è l'unica soluzione

Notizie pubblicate su 19 October 2017
La pianura padana avvolta dallo smog
© ESA
Di fronte allo sforamento di tutti i limiti degli inquinanti in molte città il WWF sottolinea come sia necessario che le istituzioni locali, regionali e nazionali agiscano con provvedimenti urgenti ma strutturali, non solo contingenti. È certamente positivo, oltreché necessario dare consigli ai cittadini e porre limiti temporanei alla mobilità ma la vera questione è che sono anni che non ci si occupa più in modo serio di intervenire sulle fonti di inquinamento. Sappiamo bene che la responsabilità per questa situazione è del traffico su gomma, dell’uso degli inquinanti in agricoltura e degli allevamenti, delle centrali a carbone, dei riscaldamenti (anche se oggi ancora spenti, per lo più): occorre ridurre l’inquinamento provenienti da tutte queste attività, non c’è più tempo per rinvii.
Il piano di decarbonizzazione che il nostro Paese deve varare sarà delle buone occasioni per farlo con una visione unica e non solo settoriale: abbattere la CO2 killer del clima, infatti, serve anche ad eliminare contamporaneamente altri inquinanti che arrecano enormi danni diretti alla salute. Sono decenni che le istituzioni a tutti i livelli sembrano avere scarso interesse  per il traffico urbano e lo sposatamento di persone e merci. E i problemi si stanno aumentando perché, con l’acquisto via internet, le merci viaggiano molto più capillarmente tra e nelle città.
Eppure, il settore della distribuzione merci ha avuto una quasi completa deregulation negli anni: questo rischia di far sì che le città smart del futuro non traggano nessuno dei possibili benefici dalla rivoluzione tecnologica,  e anzi aumentino il caos e l’inquinamento. Dal governo alle regioni, passando per i comuni, mai come oggi le parole d’ordine devono essere visione e azione.



 
La pianura padana avvolta dallo smog
© ESA Enlarge