Il convegno "Semi di sostenibilità" 2011 | WWF Italy

Il convegno "Semi di sostenibilità" 2011

Nei limiti di un solo Pianeta: semi di sostenibilità a tavola, è stato il secondo appuntamento di Semi di sostenibilità, un progetto promosso da Electrolux e WWF per contribuire ad una sempre più diffusa sensibilizzazione e consapevolezza sulla necessità di uno sviluppo sostenibile. 

I risultati dei numerosi lavori pervenuti dalle scuole sono stati presentati al  convegno, organizzato al Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano, in collaborazione con l’equipe scientifica del Museo stesso.
 

L’alimentazione è un seme di sostenibilità di fondamentale importanza per l’equilibrio del pianeta perché il problema dell’insicurezza alimentare globale costituisce uno dei grandi temi della sostenibilità ed è strettamente collegato a cambiamento climatico, perdita e trasformazione del suolo e problemi dell’agricoltura centralizzata.

L’evento ha coinvolto interlocutori diversi, dalle istituzioni alle associazioni, dai media al mondo dei commerci, dalla scuola all’educazione informale. Siamo infatti convinti che dalla condivisione prima e dall’unione delle forze per fare sistema poi derivi il metodo più efficace per una rivoluzione nello stile di vita, che parta dalla vita quotidiana del singolo individuo per avere sempre più una risonanza globale.
Il progetto ha preso ispirazione dal rapporto State of the world dedicato nel 2011 all’alimentazione con il titolo Nutrire il pianeta.

Il concorso 2010-2011 per le scuole “Semi di sostenibilità”, si è ispirato al progetto promosso da Electrolux e WWF, partner dal 1993 in progetti di comunicazione sul tema della sostenibilità ambientale per promuovere la conoscenza di State of the World 2010, il rapporto annuale del Worldwatch Institute “Trasformare le culture. Dal consumismo alla sostenibilità”.

Un’edizione, questa, particolarmente ricca di novità: al tradizionale concorso a disegni si sono aggiunte le sezioni “video” e “progetto”.
Inoltre, in considerazione dell’elevato livello dei progetto presentati, la Giuria, composta da membri di Electrolux e WWF, ha deciso di assegnare, in aggiunta ai premi per “miglior disegno”, “miglior video” e “miglior progetto”, due  riconoscimenti speciali per la classe Panda Club che ha coinvolto l’intera scuola nel concorso e per un liceo che ha svolto un eccellente lavoro di sensibilizzazione sui più piccoli.

Il primo premio nella sezione disegno è stato vinto da Robert, che studia nella classe 2D dell’Istituto Comprensivo "Mazzi" di Bergamo, con un disegno che raffigura un’Italia in cui le regioni sono unite idealmente da una lunga serie di elettrodomestici sostenibili. Un disegno particolarmente in linea con lo spirito del 2011 in cui si celebrano i 150 anni dall’Unità d’Italia.  Per questo la Giuria lo ha scelto come immagine simbolo di Semi di Sostenibilità 2010 - 2011, pubblicandolo sul diploma che sarà consegnato a tutte le scuole partecipanti.

Il primo premio nella sezione “video” è andato alla Direzione Didattica di Albisola Superiore (SV) con il notiziario della 5A, per “l’Eco- TG dei ragazzi” che annuncia la realizzazione di un orto scolastico e l’impegno di tutta la scuola per la raccolta differenziata degli oli usati.

Il primo premio nella sezione “progetto”  è stato assegnato al Terzo Circolo Don Milani di S. Antimo (NA) per un progetto sul tema dei rifiuti come risultato di un approfondito lavoro di analisi e approndimenti .

I premi speciali sono stati assegnati alla Scuola Primaria F.Filzi di Mestre, come riconoscimento per la Classe Panda Club che ha saputo coinvolgere l’intera scuola nella realizzazione dei disegni per la partecipazione al concorso raggiungendo il considerevole numero di ben 285 disegni inviati, e al Liceo Classico Balbo di Casale Monferrato (AL) per lo splendido lavoro sull’alimentazione sostenibile che ha coinvolto, in un programma di tutoraggio, oltre mille alunni delle classi di scuola media dello stesso Comune.

I premi: 5 maxibiblioteche per le scuole vincitrici, i 3 primi premi e i 2 ex-aequo, e 16 minibiblioteche per i progetti segnalati.
 

Semi di sostenibilità - disegno vincitore concorso 2010/2011 
	© WWF Italia/Electrolux
Semi di sostenibilità - disegno vincitore concorso 2010/2011
© WWF Italia/Electrolux