Cosa abbiamo fatto | WWF Italy

Cosa abbiamo fatto

 rel=
Tigri siberiane
© David Lawson / WWF-UK

Operazione tigre

“Operazione Tigre”: era il 1973 quando il WWF lanciava questa campagna di comunicazione, la prima in assoluto a difesa di una specie.
Uno dei primi risultati è stato il lancio del Progetto Tigre in India, dove un piano nazionale di conservazione della durata di sei anni e l'istituzione di 15 nuove riserve hanno portato all’aumento del 30% della popolazione di tigri.
Un risultato importante per diminuire il rischio di estinzione, ma non in grado di invertire la rotta:le tigri sono continuate a diminuire. Infatti, una ripresa del bracconaggio nei primi anni ’90 e la progressiva perdita di habitat al di fuori delle aree protette hanno lasciato oggi soltanto 3.890 esemplari liberi.



 

L'anno della tigre

Nel 2010 il WWF ha lanciato l’Anno della Tigre. La campagna ha avuto il suo culmine nel novembre del 2010, quando i rappresentanti dei governi di tutti i paesi che ancora ospitano tigri selvatiche si sono riuniti nel primo Summit mondiale sulla Tigre. In questa occasione è stato messo a punto un piano per invertire la pericolosa tendenza che rischia di portare all’estinzione delle tigri: raddoppiare il numero di tigri entro il 2022.
Il WWF è in prima linea per raggiungere questo obiettivo. Nei prossimi cinque anni si è impegnato a investire 50 milioni di dollari americani nella conservazione della tigre, e punta ad aumentare il finanziamento a 85 milioni. Le strategie adottate tendono sia a misure di emergenza per salvare le tigri in pericolo, sia ad azioni a lungo termine per assicurare loro un futuro.
 

2016

Proseguono le azioni del WWF nella protezione e gestione delle 13 zone cruciali per la riproduzione e la conservazione delle tigri (tigers landscapes). Attualmente le tigri selvagge si possono trovare in una varietà di habitat nell'Asia, come dimostra l'infografica:
Bangladesh, Bhutan, Cambogia, Cina, India, Indonesia, Lao PDR, Malesia, Myanmar, Nepal, Russia, Thailandia e Viet Nam.

L'obiettivo di raggiungere una popolazione di tigri selvagge di 6000+ continua. Ad Aprile 2016, la stima globale di tigri selvagge è 3,890. 
Le strategie di tutela e conservazione della tigre tendono sia a misure di emergenza per salvare le tigri in pericolo, sia ad azioni a lungo termine per assicurare loro un futuro.
 
	© WWF Intl./Indian Government Press Information
Indira Gandgi, Primo Ministro dell'India, con in braccio un cucciolo di tigre. Madrina del progetto per proteggere la tigre in India inziato il 1 Aprile 1973.
© WWF Intl./Indian Government Press Information

Salvare le tigri

Per invertire la rotta verso l’estinzione, dal 1976 il WWF opera insieme al network TRAFFIC (Trade Records Analysis of Flora and Fauna Commerce) e con l'Unione Mondiale per la Conservazione (IUCN). TRAFFIC raccoglie informazioni che consentano una valutazione globale del commercio internazionale delle specie selvatiche. A questo si unisce una mobilitazione sempre più attiva negli ultimi anni: il WWF è il principale promotore dell’obiettivo di raddoppiare la presenza delle tigri in natura entro il 2022. 

La distribuzione delle Tigri nel mondo