Bee Safe | WWF Italy
© WWF ITALIA

Le api e gli altri insetti impollinatori rischiano di scomparire per sempre

Unisciti a noi per chiedere all' Unione Europea, al Governo italiano e alle Regioni il divieto dei pesticidi più pericolosi e un sostegno maggiore all’agricoltura biologica senza veleni.

FIRMA ORA PER SALVARE LE API:

Attualmente la Politica Agricola Comune dell'Unione Europea non si prende cura come dovrebbe di api e di altri insetti impollinatori. I Programmi per lo Sviluppo Rurale 2014-2020, gestiti dalle regioni, attribuiscono più contributi finanziari agli agricoltori che utilizzano pesticidi rispetto a coloro che praticano l’agricoltura biologica, l’unica pratica agricola veramente sostenibile per gli impollinatori. 


La Commissione Europea deve assumere impegni maggiori in difesa delle api domestiche e selvatiche ed altri impollinatori.
Aiutaci a raggiungere oltre 1 milione di firme insieme agli altri Stati Membri dell'Unione Europea!


Negli ultimi 30 anni abbiamo perso oltre il 70% della biomassa di insetti volatori, appartenenti non solo alle specie più rare ma anche alle specie più comuni, da cui dipende il fondamentale servizio ecosistemico dell’impollinazione.

Il Nuovo Piano di Azione Nazionale per l'uso sostenibile di prodotti fitosanitari, deve: 

  • ridurre del 50% l'uso dei pesticidi entro il 2025
  • garantire sussidi all'agricoltura biologica 
  • approvare entro il 2020 la nuova Legge sull'agricoltura biologica
  • ​introdurre incentivi fiscali per la transizione ecologica dell'agricoltura
  • introdurre nuovi strumenti di fiscalità ambientale per gli investimenti
  • agevolare il consumo di alimenti biologici
 

Leggi le nostre proposte per un'agricoltura biologica e unisciti alla nostra petizione!

Proteggere le api e gli insetti impollinatori

© Naturfotograferna IBL Bildbyrå

L’impollinazione è uno dei servizi ecosistemici più importanti per il nostro benessere e per la nostra economia

 
  • Quasi il 90% di tutte le piante selvatiche con fiore dipendono dall'impollinazione animale

  • L'80 % di 1.400 piante che nel mondo producono cibo e prodotti dell'industria richiede l'impollinazione da parte non solo di api domestiche e selvatiche, ma anche vespe, farfalle, falene, coleotteri, uccelli, pipistrelli ed altri vertebrati.

    Se consideriamo le sole api selvatiche si tratta di un vero e proprio esercito di oltre 20.000 specie di animali che insieme garantiscono l’impollinazione dei fiori da cui dipende il 35% della produzione agricola mondiale, con un valore economico stimato ogni anno di oltre 153 miliardi di euro a livello globale e 22 miliardi di euro in Europa. 

Uno studio condotto in Svizzera nel 2005...

ha evidenziato come il valore economico dell'impollinazione da parte delle colonie di api domestiche è molto più alto di quello che proviene dai prodotti diretti dell'apicoltura (miele, polline, cera d'api, ecc.). In Svizzera le colonie di api hanno assicurato una produzione agricola annua del valore di circa 256 milioni di franchi svizzeri (213 milioni di dollari), l’impollinazione genera un valore economico che è cinque volte il valore generato dalla sola produzione di miele, che è di circa 60 milioni di franchi (circa 50 milioni di dollari). Valutando una sola colonia di api, si stima una produzione di 1.260 franchi (1.050 dollari) in frutti e bacche impollinate e solo 258 franchi (215 dollari) per i prodotti diretti dell'apicoltura, ad esempio miele, cera d'api, polline.

Un po' di numeri...

 
  • Più del 40% delle specie di invertebrati, in particolare api e farfalle, che garantiscono l’impollinazione sono a rischio estinzione. 

  • Le api domestiche e selvatiche sono responsabili di circa il 70 % dell' impollinazione di tutte le specie vegetali viventi sul pianeta, garantendo il 35% della produzione globale di cibo.

  • Delle 100 colture da cui dipende il 90 per cento della produzione globale di cibo, 71 sono legate al lavoro di impollinazione delle api. Solo in Europa, ben 4 mila varietà agricole dipendono dalle api. 

  • Negli ultimi 50 anni il volume della produzione agricola è aumentato del 30% grazie al contributo diretto degli animali impollinatori. 

  • Nei Paesi occidentali, le api domestiche producono 1,6 milioni di tonnellate di miele.

© Ola Jennerst


Cosa puoi fare tu
 

  • ​Consuma prodotti da agricoltura biologica e dell’apicoltura nazionale

  • Semina e pianta nel tuo orto, giardino o aree verdi fiori e piante nettarifere utili per gli insetti impollinatori

  • Colloca nidi/rifugi per insetti impollinatori negli orti, giardini e balconi e davanzali di casa

  • Partecipa alle iniziative locali di “citizen science” per il monitoraggio degli insetti impollinatori (apoidei, lepidotteri, ecc.) 

  • Chiedi alla tua Amministrazione comunale di gestire il verde pubblico con metodi biologici e di realizzare aree idonee per la conservazione degli insetti impollinatori con semina di piante nettarifere e di collocare nidi/rifugi per insetti nelle aree verdi

  • Unisciti alla nostra petizione a sostegno della transizione ecologica della nostra agricoltura e la tutela degli insetti impollinatori

  • Sostieni i progetti e le azioni per la tutela degli insetti impollinatori all’interno delle Oasi e riserve WWF 

WWF e Conad amici delle api

WWF e Conad hanno scelto di unire le forze in difesa degli impollinatori selvatici!

Sul nostro Pianeta sono oltre 20.000 le specie animali che garantiscono l'impollinazione dei fiori, ma più del 40% di loro sono a rischio di estinzione. In particolare api e farfalle sono le specie maggiormente a rischio. 

L'iniziativa di WWF e Conad ha l'obiettivo di proteggere le api e gli altri insetti che rischiano di scomparire per sempre, realizzando aree Amiche delle api all'interno di 10 Oasi WWF.
 

WWF E MATTM

Il progetto 'BEE SAFE: Salviamo le api e gli altri impollinatori' è realizzato con il cofinanziamento del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e la Riserva Naturale Regionale Ripa Bianca di Jesi, e ha sede in 9 Comuni che ricadono nell’area ad elevato rischio di crisi ambientale (AERCA).

​Il progetto ha l'obiettivo di aumentare la comprensione del valore del nostro capitale naturale e dei servizi ecosistemici che gli insetti impollinatori ci forniscono e l'importanza del loro ruolo per la nostra economia e per la valutazione della qualità dell’ambiente. 



Il progetto prevederà la creazione di un archivio digitale dei materiali didattici, corsi di formazione per docenti, interventi didattici nelle scuole, visite guidate per le famiglie, laboratori pomeridiani e la realizzazione in ogni plesso dei 9 Comuni e presso la Riserva Naturale Regionale Ripa Bianca di Jesi di una “Casa delle Api e altri impollinatori” con collocazione di Bee Hotel.

Alunni e famiglie vengono coinvolti per spiegare loro le cause del declino dovuto degli insetti impollinatori a causa dell’inquinamento dell’ambiente, dei cambiamenti climatici e dell’uso di prodotti chimici in agricoltura. 

Questa nostra azione a tutela delle api si inserisce nella Campagna “Cambia la Terra”, promossa da Federbio per un’agricoltura libera dai pesticidi e l’aumento della superficie agricola condotta con pratiche agricole ecologiche.

Guarda i nostri webinar sulle Api

Guarda il webinar realizzato sull'importanza delle api, realizzato da Franco Ferroni, Responsabile Agricoltura WWF Italia.

WEBINAR - Il Mondo delle Farfalle 

Relatore: Simona Bonelli, Docente dell’Università di Torino, Dip. di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi e Coordinatrice per l’Italia di Butterfly Europe. 
Moderatori: Marco Galaverni, Franco Ferroni (WWF Italia)


WEBINAR - Il Valore degli Insetti

Relatore: Alberto Zilli, Curatore Sezione Lepidotteri presso il Natural History Museum di Londra.
Moderatori: Isabella Pratesi, Franco Ferroni (WWF Italia)



WEBINAR - Salviamo le api



SCARICA LA PRESENTAZIONE >>

Lettura sulla biodiversità con il Rome International School Eco Council


WEBINAR - Le api millifere: impollinatori selvatici o domestici?

Relatore: Daniele Cangioli - Associazione Api Romane
Moderatore: Franco Ferroni - Responsabile Agricoltura WWF Italia