info:
© Algor7

Oasi San Felice

L’Oasi San Felice si trova all’interno di una Zona Speciale di Conservazione (IT51A0012) nel Comune di Marina di Grosseto. E’ anche una Zona di Protezione Speciale (ZPS IT51A0012). L’area si estende per 47,7 ettari. L’Oasi affiliata nasce dalla collaborazione tra il Gruppo Allianz, proprietario dei terreni e il WWF. Si presenta come un tratto di duna con una vasta pineta e la tipica flora.

Ambiente, Flora e Fauna

L’Oasi Affiliata WWF di San Felice si compone di vari ambienti, in parte naturali, in parte trasformati dal lavoro dell’uomo, a partire dalle grandi bonifiche cominciate nell’800 e integra la già numerosa serie di aree protette del territorio maremmano. Possiamo distinguere quattro habitat: la pineta, il sottobosco, la duna e l’interduna, le acque salmastre.

La pineta, impiantata quasi due secoli fa in funzione antimalarica dai Granduchi di Toscana, è l’habitat principale, composto da una prima fascia costiera di pino marittimo, posta a protezione dell’impianto di pino domestico o da pinoli, di elevato valore commerciale. Protetto dagli alberi ad alto fusto, il sottobosco è un ambiente lussureggiante caratterizzato dalle principali essenze mediterranee e dalla presenza dei tipici passeriformi della macchia. L’ambiente dunale, con la sua tipica vegetazione pioniera di erbe e cespugli, protegge l’interno dai venti salmastri e garantisce la stabilità della duna. Infine la Fiumara, anch’essa opera del lavoro umano, costituisce un ambiente lacustre molto favorevole alle specie ittiche e agli uccelli acquatici.

Molte le specie animali e vegetali presenti nell’oasi. La ghiandaia marina, è il simbolo dell’Oasi, nidifica con alcune coppie anche grazie alle cassette-nido apposte dai volontari del WWF.

Visita e contatti

Come raggiungere l’Oasi

San Felice è in Toscana lungo la costa tirrenica, nella pineta granducale, tra Marina di Grosseto e Castiglione della Pescaia in provincia di Grosseto.

Da Marina di Grosseto seguire la strada costiera o delle Collacchie, SP 158, verso Castiglione della Pescaia. Attraversato un breve ponte sulla Fiumara di S. Leopoldo svoltare subito a destra per raggiungere il parcheggio. L’ingresso dell’ oasi si trova passando sotto il ponte appena attraversato. 

  • LE ALTRE STRUTTURE
    LE ALTRE STRUTTURE

    Scopri le altre strutture presenti in questa regione

La natura chiama. E a volte scrive anche. Iscriviti alla newsletter WWF

Utilizziamo cookie tecnici, indispensabili per permettere la corretta navigazione e fruizione del sito nonché, previo consenso dell’utente, cookie analitici e di profilazione propri (denti di prima parte) e di terze parti, che sono finalizzati a mostrare messaggi pubblicitari collegati alle preferenze degli utenti, a partire dalle loro abitudini di navigazione e dal loro profilo. È possibile configurare o rifiutare i cookie facendo clic su “Configurazione dei cookie”. Inoltre, gli utenti possono accettare tutti i cookie premendo il pulsante “Accetta tutti i cookie”. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare la nostra cookies policy.