Il valore della natura al centro per il nostro futuro | WWF Italy

Il valore della natura al centro per il nostro futuro

Notizie pubblicate su 22 May 2018
Donatella Bianchi all'inaugurazione del Festival dello sviluppo sostenibile di Asvis
© asvis
"Il capitale umano e il capitale naturale sono strettamente legati fra di loro: gli effetti che possiamo provocare indebolendo e distruggendo il capitale naturale possono essere devastanti per l’umanità. È fondamentale costruire una nuova narrazione dell’economia: l’immagine dell’homo economicus che pensa esclusivamente al profitto materiale e quantitativo è ormai incompatibile con la realtà attuale che impone di ripensare, in termini, sostenibili il nostro rapporto con il pianeta e le sue risorse”. Lo ha detto la presidente del WWF Italia Donatella Bianchi, che è intervenuta oggi al MAXXI alla giornata inaugurale del Festival dello Sviluppo Sostenibile organizzato dall’ASVIS.
"Il valore della natura dalla quale tutti noi dipendiamo e senza la quale non potremmo vivere, non solo prescinde dalla sola valutazione economica e quantitativa (operazione complessa e difficile), ma deve diventare centrale per il nostro futuro, dato che, di fatto, garantisce il benessere e lo sviluppo delle attività umane", continua la leader del WWF Italia. Questo è il motivo per cui il valore della natura deve essere sempre di più misurato da un punto di vista qualitativo e la strada dello sviluppo sostenibile può fare molto sul fronte dell’innovazione sociale. 
Il WWF sta lavorando in questa direzione con attività di educazione e formazione: è indispensabile impostare visioni e pratiche operative, capaci di comprendere le connessioni esistenti tra i vari campi del sapere, che sono alla base delle innovazioni sociali necessarie a costruire la sostenibilità dello sviluppo. Questo è anche lo scopo di WWF YOUng, una community di giovani (ricercatori, volontari, professionisti) che punta a responsabilizzare e inserire nei processi decisionali le nuove generazioni. "I giovani, con le loro connessioni, la loro capacità di fare rete, possono dare un contributo importantissimo per ottenere il cambiamento", conclude Donatella Bianchi. 
 
 
 
Donatella Bianchi all'inaugurazione del Festival dello sviluppo sostenibile di Asvis
© asvis Enlarge
Donatella Bianchi al Festival dello sviluppo sostenibile di Asvis
© asvis Enlarge