Il WWF a "Fa' la cosa giusta " | WWF Italy

Il WWF a "Fa' la cosa giusta "

Notizie pubblicate su 07 February 2019
Piccola pesca
© Micheal Gunter\WWF

Giochi, suggestioni e punti informativi per diventare consumatori responsabili, salvando il mare e le comunità che vivono di pesca


Tutelare l’ecosistema marino attraverso scelte di consumo responsabili. Con questo appello il WWF parteciperà alla fiera “Fa’ la cosa Giusta” a Milano l’8, 9 e 10 marzo, che quest’anno incentrerà la sua attenzione proprio alla tutela degli oceani. Il motto scelto dal WWF per la sua partecipazione alla fiera sarà “Siamo tutti sulla stessa barca”: l’urgenza di azioni concrete ci coinvolge direttamente perché consumatori, pescatori, produttori, distributori, comunità che vivono di pesca  e specie marine  sono tutti collegati da un filo comune, l’equilibrio degli ecosistemi marini. 
Grazie alle installazioni, ai giochi interattivi, al materiale informativo e gadget  presso lo stand e agli eventi del programma WWF, si potrà imparare a combattere gli effetti negativi della sovrapesca a partire dalla nostra tavola. 
Il WWF ricorda che In Italia siamo arrivati a consumare quasi 29 chilogrammi di pesce all’anno pro capite, con un impatto negativo molto forte sui nostri mari: oltre l’80% degli stock ittici nel Mediterraneo è sovrasfruttato. Non solo, anche l’essere umano è minacciato, come gli 800 milioni di persone nel mondo che dipendono dalla pesca come unica fonte di cibo e reddito. La tutela del mare è un diritto e un dovere collettivo che ci rende tutti responsabili. La partecipazione del WWF rientra nel progetto Fish Forward, co-finanziato dall’Unione Europea e rivolto a sensibilizzare consumatori e opinione pubblica verso una maggiore attenzione al consumo sostenibile delle risorse ittiche, un patrimonio che non va considerato infinito. 
Il WWF aiuterà i visitatori a conoscere e riconoscere le specie ittiche, la filiera di produzione e inviterà a giocare con strumenti interattivi per orientarsi nelle scelte, considerando elementi importanti come stagionalità, dimensioni minime, possibilità di differenziare. Semplici regole per diventare consumatori responsabili che sono sintetizzate nella guida online pescesostenibile.wwf.it.
Il WWF ha anche in programma un evento live in piazza che prevede la creazione di un’opera artistica in 3D sulla ricchezza degli oceani realizzata dallo street artist Cuboliquido, autore anche delle grafiche di allestimento dello stand. Il pubblico potrà “immergersi” nell’opera, fotografarsi e condividerne l’immagine, ma soprattutto prendere coscienza dell’importanza degli oceani per la nostra sopravvivenza.
Nello stand WWF si potranno anche scegliere mete turistiche in modo consapevole grazie al team di WWF Travel, che si occupa di organizzare viaggi, itinerari e campi estivi tutti orientati all’educazione ambientale e all’amore per la natura. Nello spazio dell’associazione si potranno inoltre conoscere anche le tante iniziative di impegno per la tutela del mare comprese nella Campagna “GenerAzione Mare”. Non mancherà il coinvolgimento delle grandi aziende e del mondo delle istituzioni come attori fondamentali di quel cambiamento dell’intero sistema, sulla rotta della sostenibilità.
Piccola pesca
© Micheal Gunter\WWF Enlarge
Lo stand WWF a Ecomondo, Rimini
© WWF Rimini Enlarge