Per le Europee un patto per la sostenibilità | WWF Italy

Per le Europee un patto per la sostenibilità

Notizie pubblicate su
15 May 2019
Nelle decine di incontri e contatti degli ultimi mesi, il WWF ha discusso il "Patto europeo per la sostenibilità" con tutte le maggiori forze politiche dei 28 Paesi Membri della UE, in vista del voto del 26 maggio per le elezioni europee.

Il “Patto europeo per la Sostenibilità”, lanciato oggi, si articola in 4 obiettivi e 11 azioni, che si chiede debbano improntare la prossima legislatura europea 2018-2023:
  1. Il primo obiettivo dichiara che per migliorare la sicurezza e il benessere dell’Europa c’è bisogno di combattere più efficacemente il cambiamento climatico e il degrado ambientale, che producono rilevanti danni alle risorse naturali e alle popolazioni. Per raggiungere questo obiettivo il WWF chiede la piena attuazione dell’Accordo di Parigi, mantenendo il riscaldamento globale entro la soglia di un aumento di non più di 1,5 gradi centigradi, l'attuazione al quadro giuridico e ambientale per la tutela della natura europea, e l'approvazione della proposta di Accordo globale per la natura e le persone post 2020, nell’ambito della Convenzione europea sulla diversità biologica.
     

  2. Il secondo obiettivo propone il superamento della crisi economica, che sta producendo ancora oggi i suoi effetti negativi, attraverso strumenti di stimolo ai settori blu e verdi. Il WWF chiede: il completamento della riforma del settore finanziario, avviata dal presidente della CE Junker, perché le imprese e le istituzioni finanziarie rendano pubblici i propri impegni in materia di cambiamenti climatici; la destinazione di almeno il 50% del bilancio europeo a sostenere le economie blu e verdi; fondi agli agricoltori, nell’ambito della Politica Agricola Comune (PAC), per facilitare la transizione verso  sistemi agricoli  e alimentari sostenibili.
     

  3. Il terzo obiettivo chiede che Europa mantenga elevati standard di sostenibilità per rafforzare sul piano interno e internazionale la sua leadership in campo ambientale, assumendosi la sua piena responsabilità per la propria impronta ecologica. L'Europa deve adottare una Strategia per introdurre gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) in tutte le politiche e i settori economici europei; elaborare un Piano d’azione sulla importazione di prodotti e materiali di legno e sul degrado forestale, che tenga conto dell’impatto UE oltre le sue frontiere.
     

  4. Il quarto obiettivo del Manifesto del WWF si sofferma sulla necessità di migliorare la governance della Commissione e del Parlamento europei per favorire la transizione sostenibile verso un’economia UE più sicura, competitiva e responsabile. Per il WWF è indispendabile la nomina di un vicepresidente della Commissione Europea per il Piano d’azione per il Clima e le Risorse naturali, per coordinare le politiche dei Commissari competenti e una ristrutturazione dei metodi di lavoro del Parlamento europeo per promuovere lo sviluppo sostenibile dell’economia verde e blu. 


​L’Europa in campo ambientale va sostenuta, rafforzata e rilanciata. Le forze politiche italiane devono compiere un atto di responsabilità per il futuro dell’Europa nella IX legislatura europea 2020-2024, che si aprirà dopo il voto del 26 maggio.