Check up WWF Parchi nazionali e Aree marine protette | WWF Italy

Check up WWF Parchi nazionali e Aree marine protette

Notizie pubblicate su 11 September 2018
Visitatori in una faggeta nel Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise
© L.Biancatelli/WWF Italia

Martedì 11 settembre alle ore 11,00 il WWF Italia presenterà presso la propria sede di Roma (Via Po 25 C) il Check-up sui Parchi nazionali e le Aree marine protette alla presenza del ministro dell’Ambiente Sergio Costa.


Per i giornalisti e gli operatori video che volessero seguire l’evento è consigliabile arrivare con 15 minuti d’anticipo, quindi alle 10,45. Il Check-up del WWF è stato realizzato attraverso il metodo della Valutazione e Prioritizzazione Rapida della Gestione delle Aree Protette (RAPPAM), che offre ai gestori e ai decisori politici uno strumento per raggiungere l’obiettivo di promuovere un sistema vitale di aree protette (AAPP), consentendo una rapida valutazione della loro efficacia generale di gestione in un determinato Paese o regione.
Il metodo RAPPAM, sviluppato dal WWF Internazionale (Erwin, 2003), è già stato applicato con successo in molti Paesi del mondo, tra cui alcuni stati europei, e si situa nell’ambito del sistema di valutazione sviluppato dalla Commissione Mondiale sulle Aree Protette (WCPA). Il metodo RAPPAM è progettato per effettuare valutazioni a livello di un sistema di aree protette e può rispondere ad una serie di domande come: quali sono le principali minacce che le aree protette si trovano ad affrontare? Le risorse a disposizione delle aree protette sono sufficienti? Quali sono le urgenze di azione nelle diverse aree protette? Quanto le politiche nazionali e locali supportano una gestione efficace delle aree protette? Quali possono essere gli interventi strategici per migliorare il sistema?
Visitatori in una faggeta nel Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise
© L.Biancatelli/WWF Italia Enlarge