Il 22 febbraio a Milano il convegno sulle metropoli agricole | WWF Italy

Il 22 febbraio a Milano il convegno sulle metropoli agricole

Notizie pubblicate su
21 February 2019
Venerdì 22 febbraio, dalle 9 alle 17 e 30, l’aula magna dell’Università Statale di Milano in via Festa del Perdono, ospiterà il convegno “Metropoli agricole #2030 sistemi agroalimentari per la sostenibilità: un dialogo tra locale e globale”.
 
Dal 2013 il convegno Metropoli Agricole si pone l’obiettivo di alimentare la riflessione e il confronto su un’agricoltura basata sul presidio del territorio, la riqualificazione del paesaggio, la sostenibilità dei processi produttivi, la salubrità delle colture, l’equità delle transazioni, la riduzione degli sprechi.
Nell’edizione di quest’anno, il tema filo conduttore saranno gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (o SDGs) che le Nazioni Unite hanno fissato per il 2030. L’agricoltura è uno dei fattori chiave per raggiungere questi obiettivi, sia sotto il profilo sociale che in relazione alle sfide dei cambiamenti climatici e della perdita di biodiversità.
Per rispettare gli impegni dell’Agenda 2030 serve un cambiamento nelle politiche agricole di ampia scala e una applicazione locale dei nuovi modelli proposti dall’agro-ecologia per progettare sistemi agroalimentari sostenibili.
Nel corso della giornata si svolgerà un costante dialogo fra esponenti del mondo delle istituzioni, rappresentanti degli ambiti scientifici, società civile e mondo agricolo, che forniranno visioni e spunti di riflessione, riferendosi ad esempi concreti di ciò che nel nostro territorio si sta facendo, non dimenticando il processo in corso di riforma della PAC. 
Fra i relatori sarà presente il direttore scientifico del WWF Italia, Gianfranco Bologna, che aprirà il convegno parlando di "Un sistema agricolo sostenibile nell'Antropocene". 
 
L’ingresso è libero con prenotazione su questo sito.  
L’evento, inoltre, partecipa al programma di formazione professionale continua dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali per 0,781 CFP con riferimento al Regolamento CONAF n. 3/2013. Ai Dottori Agronomi e ai Dottori Forestali è richiesta l’iscrizione qui anche tramite il SIDAF.