Addio ad Averardo Amadio, caparbio difensore della natura | WWF Italy

Addio ad Averardo Amadio, caparbio difensore della natura

Notizie pubblicate su
22 January 2020
Sognava una Verona con più verde, più piste ciclabili e meno cemento Averardo Amadio, quasi 99 anni di cui almeno 50 spesi nelle battaglie per la difesa dell’ambiente nella sua amata regione. Si deve a lui la nascita del WWF in Veneto, Associazione che ha sempre guidato fino a quando le forze gliel’hanno permesso. Battagliero e determinato, con un'infanzia segnata dalla guerra, Amadio amava la natura e la montagna, che difendeva con ogni mezzo e con una energia contagiosa per tanti allievi molto più giovani di lui. Nella sua Verona è stato anche assessore all'Ambiente.
 
Fulco Pratesi, Presidente onorario del WWF Italia, lo ricorda così. "Sono (siamo) rimasti in pochi, oramai, tra i veterani del nostro WWF che possano, come Averardo Amadio da Verona, ricordare, con intelligenza e passione le tante vicende dell'Associazione. Pur viaggiando indomito nelle più impervie montagne del mondo fino a tarda età, Averardo, sia nel Consiglio nazionale del WWF, del quale fece parte, sia come delegato e presidente del WWF Veneto del quale era Presidente onorario, fu un grande  apostolo della natura, sopratutto nella sua regione. Ricordo la difesa della Valpolicella aggredita dal cemento e dall'asfalto, l'azione determinata per la Palude del Busatello, ultima reliquia delle Grandi Valli Veronesi inghiottite dalle bonifiche, da lui salvata e valorizzata in un'Oasi del WWF. Ma sopratutto noi anziani ne ricordiamo la simpatia, l'affabilità e la lealtà manifestata anche nei momenti difficili  dell’Associazione. Ciao, caro Averardo, arrivederci”
 
L’unica battaglia che non ha fatto in tempo a vedere realizzata è stata quella avviata fin dagli anni 70 per l’istituzione del Parco regionale del Monte Baldo, ricco di endemismi importanti,  che portò avanti con altri intellettuali del veronese tra cui il geografo Eugenio Turri.  Speriamo di poterla concludere e realizzare in suo nome.
 
Il WWF Verona annuncerà la pubblicazione di un guida del Parco della Lessinia in suo ricordo, guida a cui anche lui ha collaborato. I funerali sabato 25 alle ore 9 al Duomo di Verona, con ampia rappresentanza WWF.