Pandanews

Il WWF ricorda Franco Galia

A 15 anni dalla scomparsa, nella sua Licata, una manifestazione ha ricordato l'attivista WWF scomparso prematuramente nel 2007

In Sicilia è stato ricordato l’attivista grazie al quale è nata la riserva di Torre Salsa

A 15 anni dalla sua scomparsa, con una manifestazione pubblica, è stato reso onore alla memoria di Francesco Galia con l’intitolazione di una villetta a suo nome nella città natale, Licata.
Francesco (per gli amici Franco) Galia è stato un ambientalista per natura, che ha ispirato l’istituzione della Riserva di Torre Salsa a Siculiana (AG) nel 2001, di cui è stato Direttore fino a quando ci ha lasciati prematuramente, nel 2007.
Da architetto, si è battuto contro l’abusivismo edilizio sollecitando e ottenendo l’approvazione del piano regolatore generale di Siculiana, convinto che l’illegalità si dovesse combattere dettando le regole.
Alla manifestazione sono intervenuti il Presidente del WWF Sicilia Area Mediterranea, Giuseppe Mazzotta, e il Sindaco di Licata, Giuseppe Galanti, che hanno salutato i familiari, fra i quali citiamo il vero organizzatore della manifestazione, l’instancabile Gino, fratello di Franco, sua sorella Maria Concetta, e la vedova, Domenica Zagrì, ai quali è andato tutto l’affetto dei presenti.
Coordinati dalla volontaria Sandra Bennici, hanno tracciato un profilo sulla vita di Francesco Galia i suoi amici WWF Girolamo Culmone, già Direttore Riserve Capo Rama, Saline di Trapani e Torre Salsa, e Stefania D’Angelo, Direttore della Riserva di Lago Preola Gorghi Tondi a Mazara del Vallo.
Silvia Grandis, del Centro Recupero Fauna Selvatica di Cattolica Eraclea, ha portato i saluti di Daniela Freggi, rimasta a Lampedusa per motivi di lavoro.

La targa in onore di Franco Galia, a sinistra il fratello Gino

A seguire è stato scoperto un cippo in pietra con murata la targa di intestazione della Piazzetta a Franco Galia, benedetta da Don Leopoldo Argento, che avendolo conosciuto 30 anni fa, ha evidenziato il carattere di purezza del suo animo.

Franco Galia
Franco Galia

In un angolo della Villetta, è stato montato un gazebo di Poste Italiane con annullo speciale per la giornata. Una tartaruga marina, recuperata dai volontari di Licata e curata al Centro di Lampedusa, è stata poi liberata sulla spiaggia di Marianello, dove si affaccia il cimitero dove riposa Franco Galia. “Il suo ricordo ci guida verso un’azione di incisiva concretezza, com’è stata la sua vita, com’è stato il suo amore per tutto ciò che ha vissuto” ha detto Giuseppe Mazzotta.

La natura chiama. E a volte scrive anche. Iscriviti alla newsletter WWF

Utilizziamo cookie tecnici, indispensabili per permettere la corretta navigazione e fruizione del sito nonché, previo consenso dell’utente, cookie analitici e di profilazione propri (denti di prima parte) e di terze parti, che sono finalizzati a mostrare messaggi pubblicitari collegati alle preferenze degli utenti, a partire dalle loro abitudini di navigazione e dal loro profilo. È possibile configurare o rifiutare i cookie facendo clic su “Configurazione dei cookie”. Inoltre, gli utenti possono accettare tutti i cookie premendo il pulsante “Accetta tutti i cookie”. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare la nostra cookies policy.