Tutto sul clima | WWF Italy
 
	© Rampini

Clima

Tutto sul clima

Il clima (o più correttamente il sistema climatico) include l’atmosfera , gli oceani, le terre emerse, la criosfera e la biosfera..
È definito come “il tempo meteorologico medio” su determinate aree territoriali e scale temporali lunghe, almeno 30 anni. Su scale di spazio e tempo più brevi si parla di tempo meteorologico (quello che ci viene giornalmente presentato dalle previsioni del tempo).

Alla base dei complessi meccanismi che regolano il clima ci sono la composizione chimica dell’atmosfera e l’energia del Sole, assorbita dalla Terra in modo non omogeneo sia nello spazio, a causa della sua sfericità e della conformazione geografica dei continenti e degli oceani, sia nel tempo a causa dell’alternarsi del giorno e della notte, delle stagioni, del differente potenziale di assorbimento e rilascio dell’acqua (che assorbe molto lentamente e molto lentamente riemette sotto forma di calore) e del suolo, fortemente dipendente dalla sua natura, dalle caratteristiche e dall’orografia.

Il clima terrestre globale è influenzato da tutte queste variazioni a cui vanno aggiunti i suoi meccanismi intrinseci di retroazione (feedback), che possono essere positivi o negativi. Ad esempio, se la temperatura globale sulla Terra aumenta, l’atmosfera si riscalda, la concentrazione atmosferica di vapore acqueo in generale aumenta, portando ad un’intensificazione ulteriore dell’effetto serra, che causa ancora più riscaldamento globale e così via. Si tratta di un meccanismo di feedback positivo, che amplifica ulteriormente la perturbazione. Inoltre, l’aumento di vapore acqueo aumenta la possibilità che si formino delle nuvole che invece, nel clima, giocano un doppio ruolo: assorbono la radiazione terrestre, contribuendo al riscaldamento globale ma, allo stesso tempo, riflettono bene verso l’alto la radiazione solare incidente, contribuendo, quindi, al raffreddamento globale (feedback negativo). In sintesi, le nuvole, secondo il tipo, il contenuto d’acqua, l’altitudine, la dimensione delle particelle, la forma e la vita, possono avere un feedback negativo o positivo a seconda che contribuiscano al raffreddamento o al riscaldamento della Terra. 

Gli altri fattori che influenzano il clima

  • i cambiamenti della radiazione solare incidente (ad esempio, variazioni dell’orbita della Terra attorno al Sole);
     
  • la variazioni dell’albedo (la frazione di radiazione solare che viene riflessa in varie parti della Terra, ad es., dalla copertura nevosa, dal ghiaccio, dalla vegetazione, dai deserti e dalle particelle aerosol in atmosfera);
     
  • le variazioni dell’effetto serra naturale.