info:
© Chris Ratcliffe / WWF-UK

Per sempre col pianeta che ami.

Qual è l’eredità che vogliamo lasciare a chi verrà dopo di noi? Quale sarà il segno del nostro passaggio su questo pianeta? Il regalo più bello che possiamo fare alle generazioni future è un mondo fatto di foreste e aria pulita, mari e fiumi senza plastica, un mondo in cui elefanti, tigri, lupi, gorilla e tutte le altre specie animali possano vivere in armonia con l'uomo.

Richiedi la tua guida ai lasciti testamentari

Compila il form e ricevi la nostra guida ai lasciti testamentari

IL TUO LASCITO PER LA NATURA

Il testamento consente di scegliere a chi destinare i propri beni, tutti o in parte, dopo la morte del testatore. È un gesto semplice e non vincolante perché può essere revocato e cambiato in qualsiasi momento.

Per fare un regalo al Pianeta, non è necessario disporre di ingenti patrimoni. Nel tuo lascito al WWF Italia puoi destinare una somma di denaro, titoli, azioni, buoni postali, fondi di investimento o il tuo TFR; beni mobili come opere d’arte, gioielli, arredi; beni immobili come appartamenti, terreni, fabbricati; o anche polizze vita.

Per fare un lascito al WWF:

  • Scegli che tipo di testamento fare: quello olografo (manoscritto) oppure pubblico presso un notaio.
  • Stabilisci la quota che desideri lasciare a ciascuno dei tuoi cari e a eventuali enti: ricorda che esiste una quota cd “quota legittima” prevista dalla legge a figli, coniugi e ascendenti.
  • Decidi se affidare l’attuazione delle tue volontà a un esecutore testamentario, identificabile anche in un erede o in un legatario di fiducia. Questa scelta non è obbligatoria ma è consigliata nel caso di patrimoni complessi.
  • Se hai deciso di ricordare il WWF Italia nel tuo testamento, per favore ti chiediamo di farcelo sapere. Questo ci permetterà di sapere in anticipo di poter contare sul tuo aiuto in futuro. Tutte le informazioni che ci fornirai saranno trattate con la massima riservatezza e non saranno legalmente vincolanti poiché, come detto, è possibile cambiare idea in qualsiasi momento.
  • Non esitare a contattare il nostro staff tecnico e legale dedicato ai Lasciti per sciogliere qualsiasi dubbio sull’argomento. Potrai anche chiedere che il tuo testamento venga custodito presso la cassetta di sicurezza bancaria che mettiamo a disposizione per atti così importanti.

COME USEREMO IL TUO LASCITO

Ricordando il WWF nel tuo testamento, ci aiuterai a raggiungere obiettivi importanti per salvare il pianeta.
Vogliamo mettere fine alla deforestazione, migliorare la gestione delle foreste nel mondo e restaurare il patrimonio forestale compromesso, proteggere le persone, le specie e l’ambiente dall’inquinamento da plastica, fermare il cambiamento climatico e molto altro.

Ecco qualche esempio di quello che possiamo fare con il tuo lascito.

Con 1.500 euro
euro potremo realizzare una piattaforma in una nostra Oasi, per permettere a una cicogna di nidificare. Alcune specie di uccelli infatti, tra cui proprio la cicogna bianca, non trovano più luoghi tranquilli dove fare il nido in Italia.

Con 5.000 euro
acquisteremo attrezzature mediche per uno dei nostri centri di recupero animali selvatici, che ogni anno accolgono e curano migliaia di animali feriti.

Con 20.000 euro
potremo contrastare, nel bacino del Congo, il bracconaggio di specie protette fra cui elefanti, gorilla, scimpanzé, e la deforestazione illegale.

Con 50.000 euro
faremo arrivare il tuo aiuto in Amazzonia per combattere la deforestazione, promuovere uno sviluppo economico sostenibile e lavorare insieme alle popolazioni locali per assicurare una corretta gestione delle aree protette.

Con 200.000 euro
ci aiuterai a custodire un’oasi per un anno intero, come ad esempio quella di Monte Arcosu in Sardegna. Ci permetterai così molte cose: interventi stagionali di manutenzione, monitoraggio del cervo sardo, sorveglianza antibracconaggio, materiali per la fruizione dell’Oasi

COME ABBIAMO USATO I LASCITI

I lasciti dei testatori sono diventati oasi, centri di recupero per gli animali feriti, centri di educazione ambientale, programmi educativi per bambini, campi antibracconaggio e sorveglianza delle coste. Grazie ai lasciti abbiamo potuto proteggere patrimoni di biodiversità che altrimenti sarebbero andati perduti.

La nascita dell’Oasi di Valpredina

Una storia bellissima è quella della nascita dell’Oasi di Valpredina. Questa storia comincia nel 1983 quando una coppia lombarda, Lucia ed Enzo, unita dalla passione per la natura, decide di donare al WWF Italia un magnifico bosco attraversato dal torrente Predina. La proprietà, che si trova vicino Bergamo, diventa l’Oasi di Valpredina: un paradiso di natura che il WWF Italia protegge da allora con dedizione, nel rispetto della volontà dei coniugi Bardoneschi.
Qui vivono volpi, cervi, caprioli, falchi e tantissime altre specie animali e vegetali che hanno finalmente trovato un luogo sicuro. All’interno dell’oasi abbiamo attrezzato anche un CRAS, un centro di pronto soccorso che accoglie e cura gli animali feriti dai cacciatori.

Educazione senza confini: One Planet School

Grazie al testamento di Giorgio P., siamo riusciti a creare One Planet School: una piattaforma di e-learning totalmente gratuita che offre corsi dedicati alla formazione ecologica e all’educazione ambientale, curati dai più grandi ricercatori di fama nazionale e internazionale. Giorgio amava la natura, ma amava soprattutto i giovani, stare con loro e trasferirgli la sua passione. È quello che continua a fare attraverso il progetto One Planet School.

Un sostegno che arriva lontano

Poi c’è la storia di Paola T., socia del WWF dal 1974. Paola amava la tigre, la specie animale che aveva voluto aiutare più e più volte, consentendoci di acquistare equipaggiamenti per i nostri ranger, radiotrasmittenti, binocoli e tutto ciò che serve per proteggerla dai bracconieri. Quando Paola è venuta a mancare, il suo sostegno ha raggiunto la tigre in Bhutan, per portare avanti il suo amore e il suo desiderio di proteggerla.

FAQ – domande frequenti

  • Perché fare testamento?

    Il testamento è l’unico modo per essere certi che le proprie volontà saranno rispettate e per distribuire il proprio patrimonio come si desidera.

  • Cosa succede in assenza di testamento?

    In assenza di testamento, il patrimonio è diviso tra i familiari eredi in base a quote stabilite dal codice civile.

  • Cosa succede in assenza di testamento e in totale mancanza di eredi?

    In mancanza di eredi, il patrimonio passa automaticamente allo Stato.

  • Chi può fare testamento?

    Tutti possono disporre dei propri beni per testamento, esclusi coloro che al momento della redazione del testamento erano incapaci di intendere e di volere, i minori e gli interdetti per infermità mentale. In tali casi il testamento eventualmente redatto può essere annullato su richiesta di colui che vi abbia interesse.

  • E se firmo ma non scrivo nessun codice fiscale?

    Certamente. In questo caso è necessario effettuare il testamento pubblico, ossia il testamento dettato al notaio in presenza di due testimoni.

  • I coniugi possono, con uno stesso scritto, fare testamento congiuntamente?

    No, il testamento è personale. Ognuno dei coniugi o dei soggetti uniti civilmente deve esprimere la propria volontà in un testamento separato.

  • Per fare testamento è necessario recarsi da un notaio?

    Non necessariamente, salvo il caso in cui si intenda fare un testamento “pubblico” o “segreto”. È inoltre opportuno rivolgersi al notaio quando si desidera una consulenza professionale qualificata in materia testamentaria.

  • Cos’è il testamento olografo?

    È il testamento scritto interamente di proprio pugno, datato e firmato.
    Dovrà essere conservato in luogo sicuro, meglio se consegnato a una persona di fiducia o ad un notaio.

  • Per fare testamento è necessario recarsi da un notaio?

    La fotocopia di un testamento olografo testimonia l’esistenza di un originale ma non ha di per sé alcun valore documentale: solo l’originale può essere pubblicato dal notaio.

  • Cos’è il testamento pubblico?

    È il testamento redatto di fronte ad un notaio che grazie alla sua consulenza eviterà di far inserire disposizioni in contrasto con la legge.

Contattaci

Preferisci un contatto diretto? Sara e Silvia sono pronte a rispondere a tutte le tue domande. Puoi contattarci:

  • Via email: lasciti@wwf.it ;
  • Telefono: 3487796643; (il numero è attivo dal lunedi al giovedi: 9.30-13.30/14,00-15.00 e il venerdi: 9.30-13.30)
La natura chiama. E a volte scrive anche. Iscriviti alla newsletter WWF

Utilizziamo cookie tecnici, indispensabili per permettere la corretta navigazione e fruizione del sito nonché, previo consenso dell’utente, cookie analitici e di profilazione propri (denti di prima parte) e di terze parti, che sono finalizzati a mostrare messaggi pubblicitari collegati alle preferenze degli utenti, a partire dalle loro abitudini di navigazione e dal loro profilo. È possibile configurare o rifiutare i cookie facendo clic su “Configurazione dei cookie”. Inoltre, gli utenti possono accettare tutti i cookie premendo il pulsante “Accetta tutti i cookie”. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare la nostra cookies policy.