Mari e Oceani

Circa il 97% dell’acqua del Pianeta si trova negli oceani, sotto forma di acqua di mare salata. Solo il 3% restante è composto da acqua dolce, principalmente intrappolata nei ghiacciai, che scorre nei fiumi o immagazzinata nei laghi e nelle falde sotterranee.

  • 97%
    dell’acqua del Pianeta è costituita da mari e oceani
  • 65%
    degli organismi viventi sono composti d’acqua
  • 250mln
    di persone dipendono dagli ecosistemi marini

L’abc di oceani e mari

Un bioma è una regione importante della superficie terrestre che contiene una distinta comunità di piante e animali, adattati al clima e alle condizioni ambientali. Vengono riconosciuti 10 biomi, di cui 9 sulle terre emerse e il decimo sono gli oceani.

Quello degli oceani è l’unico bioma che si estende in tutte le aree climatiche, da quella tropicale più calda a quella polare. Rispetto agli altri nove, si sviluppa molto di più nelle tre dimensioni, e la maggior parte dei fondali si trova a 5 km dalla superficie.

La vita prospera negli strati più superficiali, ma è presente anche negli abissi. I principali fattori che influenzano la vita marina sono: la luce, la pressione, i gas disciolti in acqua, le caratteristiche dell’acqua, i nutrienti, la temperatura, la salinità, la densità, il moto ondoso, le maree, le correnti di superficie e la circolazione profonda. Tutte queste caratteristiche determinano la ricchezza e la diversità delle milioni di forme viventi dei mari e degli oceani.

La maggior parte degli organismi, dai batteri microscopici alla balenottera azzurra, sono formate per almeno il 65% da acqua.

Caratteristiche e cuoriosità

Le persone spesso usano le parole “mare” e “oceano” per indicare la stessa cosa. Tecnicamente però, un mare è una regione geografica di un oceano molto più grande. Alcuni bacini possono essere molto estesi, ma quasi completamente circondati dalle terre emerse, proprio come il Mar Mediterraneo.

Distinguiamo cinque oceani: Pacifico, Atlantico, Indiano, Australe e Artico. Ma quanti mari?

Gli antichi popoli del Mediterraneo parlavano di “Sette mari” allora conosciuti: Adriatico, Mar Nero, Caspio, Mar Rosso, Golfo Persico, Indiano e Mediterraneo. Oggi, in realtà, il Caspio è considerato un lago, sebbene abbia acqua salata. Le carte geografiche odierne riportano complessivamente 81 mari.

Le minacce

Il cambiamento climatico e l’acidificazione degli oceani amplificano l’impatto di altre minacce riconducibili all’attività umana, come la pesca eccessiva e la distruzione degli habitat marini. Ciò potrebbe segnare la fine di almeno il 25 % della biodiversità nel mare, ma anche la perdita delle possibilità di pesca e conseguenze significative su molti settori produttivi, come il turismo.

Cosa fa il WWF

La pesca non sostenibile è una delle principali minacce per la vita marina e colpisce interi ecosistemi. Il nostro impegno si attua su tre binari: sostenere la centralità delle comunità locali che vivono di pesca, individuare regole migliori e verificare la loro applicazione, coinvolgendo nell’azione il settore privato.

A livello globale, lavoriamo al fine di identificare gli strumenti più pratici per trasformare la pesca. A livello locale, cerchiamo di abbinare approcci collaudati con le persone per pescare con minore impatto sugli ecosistemi. I nostri progetti sono pensati in collaborazione con molti partner per affrontare le principali minacce, tra cui la cattiva gestione della pesca, la pesca illegale e le catture accessorie (bycatch). Lavoriamo inoltre per ridurre l’inquinamento da plastica e da altre sostanze in mare

Cosa puoi fare tu

Ogni azione conta. Scopri cosa puoi fare tu per proteggere Mari e Oceani.

  • attivati
    attivati

    Segui la campagna #GenerAzioneMare: la nostra campagna per difendere i nostri Mari.

  • cambia stile di vita
    cambia stile di vita

    Scopri come rendere più sostenibile la tua vita

  • Salva una specie
    Salva una specie

    Adotta ora una tartaruga marina e aiutaci a proteggerla da plastica e inquinamento.

  • APPROFONDIMENTI
    APPROFONDIMENTI

    Paolo Lombardi, Direttore di WWF Mediterraneo ci introduce al corso Mare Nostrum. Approfondisci su One Planet School

La natura chiama. E a volte scrive anche. Iscriviti alla newsletter WWF

Utilizziamo cookie tecnici, indispensabili per permettere la corretta navigazione e fruizione del sito nonché, previo consenso dell’utente, cookie analitici e di profilazione propri (denti di prima parte) e di terze parti, che sono finalizzati a mostrare messaggi pubblicitari collegati alle preferenze degli utenti, a partire dalle loro abitudini di navigazione e dal loro profilo. È possibile configurare o rifiutare i cookie facendo clic su “Configurazione dei cookie”. Inoltre, gli utenti possono accettare tutti i cookie premendo il pulsante “Accetta tutti i cookie”. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare la nostra cookies policy.