Pane Panda | WWF Italy
© WWF

Il pane è un alimento che è ha costituito la base dell'alimentazione di tutte le civiltà in virtù delle sue caratteristiche nutritive e della semplicità delle materie prime necessarie per la sua preparazione. 
150 anni fa gli italiani mangiavano ogni giorno 1 chilo di pane a testa, mentre oggi ne mangiamo solo 100 grammi ciascuno. Ciononostante il pane è il terzo bene alimentare più gettato in Italia, dopo la frutta e la verdura.

Ogni famiglia butta via circa un terzo del pane che acquista.
È assurdo se pensa al monito dei nostri nonni che affermavano che “il pane non si butta”. Infatti il pane, se prodotto secondo i tempi naturali del lievito madre, è buono anche dopo una settimana. E quando proprio è diventato secco e duro non deve essere sprecato: può essere riciclato in cucina in tantissimi modi sfiziosi e gustosi.

Le ricette con il Pane Panda del WWF

Pane Panda

È il pane nato dalla collaborazione tra WWF e Novaterra Zeelandia Spa: un prodotto ricco di semi di girasole e fibre, con semi di lino e senza OGM, un pane buono, che sostiene i progetti di conservazione del WWF in Italia.

©: Novaterra - WWF

Riduci lo spreco di pane

Il pane, anche se raffermo, è uno degli alimenti più facili da recuperare attraverso gustose ricette: prendi spunto da queste 10 proposte preparate con il Pane Panda raffermo come minestre, crocchette, gnocchi, polpette, pizza, panzanelle!

  • Bruschetta

    INGREDIENTI:
    Pane panda raffermo, Olio extra vergine d’oliva q.b., Sale q.b.

    Tagliare Pane Panda avanzato a fette dello spessore di 1 cm circa, adagiarle su una teglia rivestita con carta da forno, cospargere la superficie delle fette con olio extra vergine d’oliva e sale fino, farle biscottare in forno per 20 minuti a 180°C. Una volta raffreddate divertirsi a farcirle a piacere!

  • Canederli

    INGREDIENTI:
    Pane Panda raffermo (già privato della crosta) 200 g
    Latte 1 bicchiere
    1 uovo intero
    Mezzo spicchio d’aglio
    Prezzemolo 1 cucchiaio
    Formaggio grattugiato 30 g
    Sale q.b.
    Pepe q.b.
    Burro q.b.
    Salvia q.b.


    Separare la crosta dalla mollica, per ricavare 200 g circa di mollica Pane Panda, immergerla nel latte e lasciare in frigorifero per una notte.
    Al mattino strizzare bene la mollica, aggiungere formaggio grattugiato, sale, pepe, l’aglio tritato in pezzi molto piccoli e amalgamare bene il tutto aiutandosi con un cucchiaio di legno.
    Sbattere leggermente un uovo intero e aggiungerlo all’impasto, continuando ad amalgamare, se necessario aggiustare la consistenza con uno spolvero di farina.
    Con l’aiuto di due cucchiai da cucina formare dei grossi gnocchi, quando l’acqua è ad ebollizione salarla e immergervi i canederli, non appena verranno a galla saranno pronti.
    Si consiglia di servirli con burro fuso e salvia

  • Cioppa

    INGREDIENTI:
    Pane Panda raffermo 400 gr

    Tagliare la parte superiore di una pagnotta di Pane Panda raffermo, per ottenere un piccolo coperchio.
    Scavare l’interno rimuovendo accuratamente tutta la mollica, che dovrà essere conservata.
    A questo punto Pane Panda può essere utilizzato come contenitore nel quale versare minestre di cereali, zuppe o insalatone estive.
    Nel caso di piatti caldi, coprire con il coperchio ricavato in precedenza per mantenere caldo il contenuto.
    La mollica può essere sbriciolata, fatta dorare in una padella antiaderente ed essere utilizzarla per addensare le minestre o arricchire le insalatone.

  • Crocchette ripiene

    INGREDIENTI:
    Pane Panda raffermo (già privato della crosta) 250 g
    Acqua o latte 1 bicchiere
    Uova 3
    Farina 50 g
    Formaggio saporito grattugiato (es. pecorino, parmigiano) 5 cucchiai
    sale q.b.
    pepe q.b.
    olio extra vergine di oliva q.b.
    prezzemolo q.b.
    pan grattato q.b.

    Farcitura: concentrato di pomodoro e mozzarella q.b.

    Separare la mollica dalla crosta per ottenere 250 g circa di mollica Pane Panda, tagliarla a cubetti e bagnarla con latte o acqua.
    Aggiungere due uova intere, il formaggio grattugiato, un pizzico di sale e pepe e se necessario aggiustare la consistenza con farina e pan grattato.
    Fare delle polpettine posizionando al centro un cubetto di mozzarella e il concentrato di pomodoro, schiacciandole leggermente.
    Passarle prima nella farina, poi nelle uova ed infine nel pan grattato; scaldare dell’olio in una padella antiaderente e quando sarà ben caldo immergere le polpette e fare cuocere girandole di tanto in tanto fino a che risulteranno uniformemente dorate. Scolare su carta assorbente da cucina e servire ancora calde.

  • Crostini

    INGREDIENTI:
    Pane Panda avanzato
    Burro 50 g
    Olio extra vergine d’oliva q.b.
    Sale q.b.

    Tagliare il Pane Panda avanzato in tanti piccoli cubetti.
    Cospargerli con il sale e con una miscela ottenuta con burro fuso e olio extra vergine d’oliva.
    Infornare a 200°C per circa 15 min.
    Ripetere l’operazione di condimento una seconda volta ed infornare per altri 5 minuti mescolando di tanto in tanto.

  • Gnocchi di patate

    INGREDIENTI:
    Pane Panda raffermo (privato della crosta) 200 g
    Latte 1 bicchiere
    Fiocchi di patate 150 g
    Farina 100 g
    Uova intere 3
    Sale q.b.
    Noce moscata q.b.

    Separare la mollica dalla crosta per ricavare circa 200 g di mollica Pane Panda, tagliarla a cubetti, aggiungere latte e lasciare ammorbidire bene.
    Incorporare farina, fiocchi di patate, uova e aggiustare il sapore con sale e noce moscata.
    Quando l’impasto risulta omogeneo, ricavare dei lunghi rotolini di pasta e tagliare dando la forma tipica degli gnocchi, per evitare che si attacchino aiutarsi con una spolverare il tavolo con farina.
    Immergere in acqua salata e bollente, quando gli gnocchi verranno a galla, saranno pronti per essere conditi a piacere.

  • Lasagne

    INGREDIENTI:
    Pane Panda raffermo (privato della crosta) 200 g
    Latte 1 bicchiere
    Farina 150 g
    Uova intere 3
    Sale q.b.
    Pepe q.b.

    INGREDIENTI PER IL RAGU’:
    Carne di suino 250 g
    Carne di manzo 250 g
    Sedano 50 g
    Carote 50 g
    Cipolle 60 g
    Vino rosso 200 g
    Salsa di pomodoro 250 g
    Sale 5 g

    INGREDIENTI PER LA BESCIAMELLA:
    Burro 100 g
    Farina 00 100 g
    Latte 1 lt
    Sale q.b.
    Noce moscata q.b.

    Separare la crosta dalla mollica per ricavare circa 200 g di mollica, tagliarla a cubetti, aggiungere latte e lasciare ammorbidire bene.
    Incorporare farina, uova, aggiustare con sale e pepe, impastate bene il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo.
    Stendere una sfoglia liscia e il più sottile possibile utilizzando un mattarello o macchina per la pasta.
    Per il ragù: tritare finemente la cipolla, la carota e il sedano, scaldare in un tegame l’olio e aggiungere le verdure tritate. Lasciare rosolare a fuoco basso per almeno 20 minuti fino a che il soffritto risulterà completamente asciutto. Poi aggiungere la carne trita di maiale e quella di manzo.
    Rosolare la carne, mescolando con un cucchiaio di legno per cuocere in maniera uniforme ed evitare che si attacchi al fondo del tegame. Quando la carne risulterà ben rosolata ed asciutta, aggiungere il vino bianco e lasciare sfumare fino a completa evaporazione. Dopodiché versare anche la passata di pomodoro. Aggiungere l’acqua, mescolare bene tutti gli ingredienti e lasciare cuocere per almeno 2 ore: se in cottura il ragù dovesse asciugarsi troppo, aggiungere altra acqua: è importante però che a cottura ultimata il ragù sia ben asciutto. Aggiustare poi di sale e pepe. Quando il ragù sarà quasi pronto e rappreso, aggiungere poco latte che consente di attenuare il sentore acido del pomodoro e continuare a mescolare gli ingredienti per amalgamarli. Terminate la cottura, spegnere il fuoco e tenere il ragù da parte.
    Per la besciamella: in un pentolino scaldare il latte. Nel frattempo in un altro tegame sciogliere i pezzetti di burro a fuoco basso e, quando sarà sciolto, togliere dal fuoco ed aggiungere la farina setacciata, aggiungere il latte e mescolare energicamente con la frusta, per ottenere un composto senza grumi. Quindi rimettere il pentolino sul fuoco, per dorarlo leggermente.
    Per la composizione delle lasagne: in una teglia o pirofila rettangolare distribuire un filo di besciamella in modo uniforme su tutto il fondo, poi adagiare le lasagne e versare nuovamente un sottile strato di besciamella .
    Distribuire il ragù e il formaggio grattugiato, avendo cura di coprire tutta la superficie della teglia. Creare quindi un altro strato di lasagne, disponendole nel senso opposto rispetto al primo strato in modo che risultino incrociate. Ripetere il processo, alternando strati di besciamella, ragù e parmigiano grattugiato. Terminare con lo strato di ragù e una spolverata abbondante di formaggio grattugiato.
    Una volta terminata la preparazione della teglia, cuocere in forno statico preriscaldato a 200°C per circa 25 minuti (oppure in forno ventilato a 180°C per 15 minuti). Le lasagne saranno pronte quando ci sarà una leggera crosticina dorata in superficie. Sfornare e lasciare intiepidire prima di portare in tavola.

  • Panzanella

    INGREDIENTI x 4 PERSONE:
    Pane Panda secco 400 g
    Pomodori maturi 2 grossi
    Aceto di vino bianco 2 cucchiai
    Cipolla rossa 1 grossa
    Basilico un rametto
    Pepe q.b
    Olio extra vergine d’oliva q.b
    Sale fino q.b
    Aceto di vino bianco q.b

    Sbucciare e tagliare la cipolla a fettine sottili, mettere in ammollo con acqua e un cucchiaio di aceto di vino bianco per 2 ore.
    Lavare i pomodori e tagliarli a metà, togliere i semi e tagliare a pezzettini.
    Preparare in una ciotola una miscela di acqua e un cucchiaio di aceto di vino bianco, tagliare Pane Panda in pezzi grossi e bagnarlo, senza inzupparlo, nella miscela (il pane non deve essere zuppo solo morbido).
    Strizzare il pane e spezzettarlo in una insalatiera, scolate la cipolla ed aggiungetela insieme a tutti gli ingredienti mescolando bene. Condite secondo il vostro gusto con olio extra vergine d’oliva, sale e pepe, se serve aggiustate con altro aceto di vino bianco.
    Lasciar riposare in frigorifero per 1 ora, togliere dal frigorifero almeno 15 minuti prima di consumarla. Se non si consuma subito, conservare in frigorifero in un contenitore ermetico per massimo 2 giorni.

    Volendo la ricetta può essere arricchita con tonno, cetrioli, olive o altro secondo il proprio gusto.

  • Parmigiana

    INGREDIENTI:
    Pane Panda raffermo
    Brodo granulare
    Melanzane da grigliare 2
    Passata di pomodoro 140 g
    Concentrato di pomodoro 3 cucchiai
    Cipolla 1
    Spicchio d’aglio 1
    Parmigiano grattugiato q.b
    Sale q.b.
    Pepe q.b.

    Da una pagnotta rafferma di Pane Panda ricavare delle fette sottili, adagiarle sul fondo di una teglia da forno precedentemente imburrata fino a ricoprirla tutta.
    Per il sugo di pomodoro versare in una padella un filo d'olio e aggiungere l'aglio e la cipolla tritati.
    Fare soffriggere per qualche minuto, poi aggiungere la passata e il concentrato di pomodoro sciolto in poca acqua, salare e pepare a piacere e lasciare bollire fino all'addensamento del sugo.
    Quando il sugo si sarà addensato, aggiungere alcune foglioline di basilico e spegnere il fuoco.
    Preparare del brodo di dado e bagnare leggermente le fette di pane, successivamente formare degli stati con melanzane grigliate, sugo di pomodoro e formaggio grattugiato.
    Ripetere il processo finché la teglia non sarà completa, al termine spolverare la superficie con formaggio grattugiato.
    Cuocere per 20/25 minuti a 180°C.

  • Torta di pane

    INGREDIENTI:
    Pane Panda raffermo (già privato della crosta) 300 gr
    Latte 400 g
    Gocce di cioccolato 100 g
    Limoni 1
    Burro a temperatura ambiente 100 gr
    Zucchero 100 g
    Pangrattato 30 g
    Uova 1
    Grappa 20 g
    Pinoli 50 g
    Farina 00 100 gr

    Separare la mollica dalla crosta, per ottenere 300 gr circa di mollica Pane Panda, tagliarla a pezzi e metterla in una ciotola, per circa 10 minuti, in ammollo con il latte.
    Nel frattempo, grattugiare la buccia di un limone e imburrare con un piccolo pezzo di burro una tortiera da 22 cm, spolverandola con il pangrattato. Trascorsi dieci minuti, strizzare per bene la mollica, unire lo zucchero, l’uovo, poi il burro ammorbidito, tagliato a pezzetti. Per amalgamare tutti gli ingredienti, mescolare bene con un cucchiaio di legno. Aggiungere la grappa, le gocce di cioccolato, la scorza di limone, i pinoli ed infine la farina setacciata. Mescolare molto bene gli ingredienti fino ad ottenere un composto compatto ed omogeneo, trasferirlo nella tortiera imburrata.
    Con il dorso di un cucchiaio stendere il composto in modo uniforme e appiattire la superficie, infornare la torta a 180°C per circa 60 minuti, la superficie dovrà risultare dorata.
    Sfornate e fate raffreddare: la vostra torta di pane è pronta!