Mutti | WWF Italy

Mutti

Mutti, in collaborazione con WWF e con il supporto della Facoltà di Agraria e del Dipartimento di Ecologia Forestale dell'Università della Tuscia, ha effettuato l'analisi dei consumi idrici della propria produzione (impronta idrica - dalla coltivazione del pomodoro al prodotto finito) e ha definito alcuni scenari di riduzione dei propri impatti ambientali. 

Analisi catena di produzione

Attraverso l’analisi dell’intera catena di produzione (coltivazione dei pomodori, lavorazione in stabilimento, confezionamento) è stata calcolata la quantità di acqua immagazzinata in ogni prodotto Mutti (concentrati, salse, passate, polpe, ecc.). La metodologia adoperata dettaglia per un caso specifico le linee guida del Water Footprint Network, la più autorevole rete internazionale che riunisce istituti di ricerca, agenzie governative, ONG e settore privato con l’obiettivo di promuovere l'utilizzo sostenibile, equo ed efficiente delle risorse idriche mondiali.

Riduzione impronta idrica 

Il Gruppo Mutti ha definito, in collaborazione con WWF, azioni e misure per ridurre la propria impronta idrica, in particolare lungo la catena di fornitura, attraverso attività di sensibilizzazione e di supporto ai propri fornitori per l’adozione di pratiche agricole maggiormente sostenibili. Mutti si impegna ad agire per ridurre le due principali componenti dell’impronta idrica (quella blu relativa ai volumi di acqua dolce sottratta al ciclo naturale per scopi agricoli o industriali, e quella grigia relativa ai volumi di acqua inquinata) attraverso:

•    Azioni dirette sui consumi idrici attraverso misure per l’incremento sia dell’efficienza sia dell’efficacia nella gestione dell’irrigazione, in termini di a) periodi, b) durata e c) volumi (impronta idrica blu). Dal 2012 Mutti sviluppa infatti programmi di formazione sull’innovazione tecnologica funzionale alla riduzione dell’impronta idrica e realizza investimenti direttamente presso i propri coltivatori, sia contribuendo all’acquisto di nuove tecnologie (es. sonde per l’analisi dell’umidità dei terreni) sia attraverso l’installazione di 20 stazioni di rilevamento.

•    Azioni indirette sui consumi idrici che riguardano la riduzione dei fertilizzanti - predisponendo piani compatibili con le rese richieste – e dei pesticidi (sebbene allo stato attuale questi siano risultati già adeguati agli eventi oltre che vincolati dalla normativa vigente) (impronta idrica grigia)
Mutti ha inoltre effettuato e promosso l’analisi dei terreni di coltivazione, per elaborare adeguati piani di concimazione su 200 campi.

Calcolo impronta di carbonio

Mutti ha calcolato inoltre l’impronta di carbonio della propria attività produttiva, secondo il GHG Protocol, il protocollo internazionale messo a punto dal World Resource Institute. L’analisi delle potenzialità di riduzione dei consumi di energia da parte degli impianti di produzione permetterà a Mutti di individuare obiettivi concreti dando vita a progetti per la riduzione dei gas serra. 

Carrello della spesa

Con l’obiettivo di sensibilizzare i consumatori sul tema delle scelte alimentari, WWF e Mutti hanno realizzato una nuova versione del “Carrello della Spesa”, strumento che prende in considerazione i nostri consumi quotidiani analizzando sia l’impronta di carbonio che l’impronta idrica.

I dati relativi ai diversi prodotti di questo “supermercato virtuale” sono stati ottenuti con l’approccio metodologico dell’analisi del ciclo di vita (Life Cycle Assessement) nel percorso “dall’azienda alla forchetta”, ossia produzione agricola o zootecnica, trasformazione dei prodotti alimentari, distribuzione all'ingrosso e al dettaglio, per finire con il consumo. 

Tutti i dati sono di letteratura scientifica. I dati sul pomodoro e sui prodotti derivati, a differenza degli altri prodotti, sono “originali” poiché derivano direttamente dallo studio effettuato da Mutti e WWF. Mutti, infatti, è la prima azienda in Italia e tra le poche al mondo ad aver calcolato l’impronta idrica collegata a tutte le linee produttive dei propri impianti.
Mutti 
	© Mutti
Mutti
© Mutti
Impronta idrica 
	© Mutti
Impronta idrica
© Mutti