Ambiente, flora e fauna | WWF Italy

Ambiente, flora e fauna

L'ambiente

L’area protetta accoglie una delle forme più affascinanti del paesaggio collinare adriatico:i calanchi, maestose architetture naturali note anche con il nome di “Bolge” o “Scrimoni”. L’aspetto severo ed imponente di queste formazioni deriva da una forma di erosione dinamica, provocata dalle passate deforestazioni e favorita dai continui disseccamenti e dilavamenti che agiscono sulla conformazione argillosa del terreno, rendendo così visibili numerosi fossili marini.

In poco spazio sono presenti habitat diversificati. Insieme ai calanchi, che sono l’elemento più caratteristico, fossi, laghetti, macchie, boscaglie e campi coltivati formato un mosaico in continua evoluzione. 
In Abruzzo i calanchi sono presenti in numerose zone collinari, ma solo ad Atri caratterizzano così fortemente il paesaggio.

Curiosità

L'Oasi WWF Calanchi d'Atri (Te) 
	© Archivio WWF
L'Oasi è un vero e proprio laboratorio all'aria aperta!

Flora e fauna

Boschi: Salice bianco, pioppo bianco, frassino, leccio, pino nero, pino d’aleppo, sorbo domestico, roverella, cipresso, cedro, ulivo.
Arbusti: prugnolo, rosa selvatica, biancospino, sanguinella, rovo, acero campestre, rosmarino, asparago, vischio, edera, ginestra, tamerice, liquirizia, carciofo selvatico.
Specie idrofile: tifa, equiseto, canna di palude, lenticchia d’acqua.

Rapaci diurni: poiana, gheppio, sparviero (nidificanti), albanella minore, albanella reale.
Rapaci notturni
: barbagianni, civetta, allocco, assiolo.
Passeriformi: sterpazzola, occhiocotto, canapino.

Rettili:
cervone, biscia dal collare, orbettino.

Mammiferi: volpe, lepre, talpa, riccio, mustelidi.

Ci sono diverse e coloratissime farfalle, tra cui la Melanargia arge, la Melanargia galathea ed il bellissimo macaone, Papilio machaon.

L’istrice, simbolo della riserva, non è segnalato da tempo, ma si spera in un suo ritorno. 


Specie simbolo

 
	© F. Cianchi
L'istrice