info:
© Andrea Benvenuti

Orso 2x50

Per garantire un futuro all’orso bruno marsicano, il WWF ha lanciato a tutti gli attori presenti sul territorio (Comuni, Regioni, Aree Protette, Enti Scientifici e Associazioni) una ambiziosa sfida di conservazione con il progetto Orso 2×50, con l’obiettivo di raddoppiare l’areale della specie e il numero di individui presenti entro il 2050 .

Overview

I grandi carnivori, come l’orso, necessitano di grandi spazi, di aree di alimentazione tranquille e diffuse sul territorio, di aree idonee per la riproduzione e lo svernamento.

Solo un approccio complessivo può incrementare le probabilità di sopravvivenza del plantigrado. Per garantire la mobilità e la sopravvivenza della specie in un’area più vasta di quella occupata attualmente occorre concentrare gli sforzi per ridurre l’impatto delle minacce, sia nella rete di aree protette potenzialmente idonee alla presenza dell’orso, sia in quei territori con vocazione di corridoi ecologici che connettono le diverse aree protette.

Obiettivo auspicabile di questi sforzi di conservazione nel medio-lungo termine è l’incremento numerico della popolazione e l’espansione dell’areale nell’Appennino centro-meridionale.

Tuttavia è fondamentale che tale obiettivo sia ambizioso, quantificabile e con termini temporali precisi: per questo, sullo stile dell’iniziativa WWF TigerX2, riteniamo adeguato l’obiettivo di raddoppiare sia la dimensione della popolazione che dell’areale, raggiungendo i 100 individui entro il 2050. Tale obiettivo è quindi sintetizzabile nello slogan di progetto “Orso2x50”.

Obiettivi

  • Riduzione della mortalità provocato da attività umane
  • Miglioramento della connettività ecologica, ripristinando e mettendo in sicurezza gli attraversamenti lungo i possibili corridoi di dispersione dell’orso.
  • Gestione e riduzione dei conflitti grazie all’adozione di strumenti di prevenzione, come recinti elettrificati per bestiame e apiari.
  • Miglioramento della normativa vigente, con istituzione di nuove aree protette, migliore gestione sanitaria di cani e bestiame che possono trasmettere patologie all’orso.
  • Miglioramento dell’accettazione sociale della specie da parte dell’opinione pubblica, tramite azioni di comunicazione e sensibilizzazione di popolazioni locali, turisti e amministratori.

Info di progetto

Dove: areale dell’orso bruno marsicano (aree appenniniche tra Abruzzo, Lazio e Molise)

Habitat: habitat forestali, agro-pastorali e centri abitati nell’areale dell’orso;

Specie: Orso bruno marsicano

La natura chiama. E a volte scrive anche. Iscriviti alla newsletter WWF

Utilizziamo cookie tecnici, indispensabili per permettere la corretta navigazione e fruizione del sito nonché, previo consenso dell’utente, cookie analitici e di profilazione propri (denti di prima parte) e di terze parti, che sono finalizzati a mostrare messaggi pubblicitari collegati alle preferenze degli utenti, a partire dalle loro abitudini di navigazione e dal loro profilo. È possibile configurare o rifiutare i cookie facendo clic su “Configurazione dei cookie”. Inoltre, gli utenti possono accettare tutti i cookie premendo il pulsante “Accetta tutti i cookie”. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare la nostra cookies policy.