info:
© Ola Jennersten / WWF-Sweden

Viva il lupo

Il progetto di Educazione ambientale dedicato al Lupo

Impariamo a conoscere il lupo

Il lupo, da sempre presente in favole, leggende e racconti, sarà al centro del nostro progetto che vuole avvicinare bambini e insegnanti al mondo della natura selvaggia. 

Il progetto “Viva il Lupo” si è classificato al primo posto nella graduatoria del bando del Ministero e intende contribuire all’elaborazione del Piano nazionale per l’Educazione Ambientale, fornendo indicazioni sui principi e metodi delle pedagogie attive in natura per le scuole italiane di ogni ordine e grado. 

Il progetto integra, inoltre, il percorso di digitalizzazione avviato dal Piano Nazionale Scuola Digitale grazie all’allestimento di atelier digitali nei plessi e nei CEA coinvolti.

Definizione del progetto

  1. Il nostro staff WWF Italia con i responsabili ed educatori CEA dei Parchi definiranno programmi ed attività educative e identificheranno esperti del personale dei comandi dei Carabinieri Forestali e dei due Enti del Parco, da coinvolgere per gli interventi nelle scuole. 
  2. Verranno ricercati materiali didattici, informativi, pubblicazioni divulgative e scientifiche dedicate al lupo, in formato web e cartaceo, per valorizzare quanto già realizzato sui temi del progetto negli ultimi anni con altri progetti. 
  3. Creeremo una piattaforma digitale dedicata al lupo e ai temi dei conflitti uomo-fauna selvatica, dove sarà possibile trovare i materiali raccolti.
    [Istruzioni per la registrazione ] 
  4. Saranno organizzati due corsi di formazione rivolti a docenti ed educatori delle strutture educative e guide naturalistiche dei due Parchi Nazionali ed aperti alla partecipazione di utenti di territori limotrofi ai altri parchi e regioni. I corsi di formazione saranno riconosciuti dal MIUR nell’ambito del protocollo d’intensa sottoscritto con il WWF il 20/12/2017
  5. Verrà realizzata una mostra itinerante sul lupo che affrontano differenti tematiche legate alla presenza del lupo in Italia e la sua convivenza con l’uomo.
  6. Realizzeremo 6 incontri con i nostri esperti WWF, educatori CEA, personale Carabinieri Forestali e un allevatore che gestisce la convivenza con i lupi nelle classi delle scuole secondarie di primo grado coinvolte nel progetto. In ogni scuola almeno un incontro sarà tenuto da Giuseppe Festa, autore del libro “La Luna è dei Lupi”.
  7. Realizzeremo un percorso didattico, composto da 3 incontri in aula e 2 uscite in natura nei territori dei Parchi Nazionali per le classi delle scuole primarie coinvolte nel progetto. Il percorso sarà gestito dai docenti delle scuole con il supporto degli educatori dei CEA e proporrà attività con strumenti digitali. 
  8. Saranno realizzati laboratori di scrittura creativa con le classi delle scuole secondarie di primo grado. 
  9. Verrà realizzata e resa disponibile un’Unità Didattica di un gioco da tavolo per docenti ed educatori. 
  10. La “cabina di regia”del progetto curerà la raccolta della documentazione delle attività svolte nei territori dei Parchi Nazionali, gestirà le procedure per l’acquisto delle attrezzature e la realizzazione dei materiali, coordinerà le attività di comunicazione/ufficio stampa per il progetto e predisporranno la relazione finale e la rendicontazione contabile.

Gli obiettivi

  • Aumentare la comprensione del valore del nostro capitale naturale e dei servizi che la natura ci offre in territori marginali
  • Avvicinare alunni, insegnanti, educatori e le altre strutture, presenti nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini e Parco Nazionale del Gran Sasso Monti della Lega, alla natura
  • Sostenere la ripresa delle attività educative ambientali nei due Parchi Nazionali, dopo i terremoti del 2016. L’obiettivo è quello di affrontare i temi delle paure e delle fobie per la natura selvaggia e le calamità naturali attraverso l’archetipo del lupo. 

Dove svolgeremo le attività?

Le attività previste dal progetto verranno svolte

  • Parco Nazionale dei Monti Sibillini: presso il CEA (Centro di Educazione Ambientale) CREDIA (Centro Ricerche Educative Documentazione e Interpretazione Ambientale) nel borgo di Vallato, e nel bosco secolare di San Liberato nell’area con toponimo “Pian del Lupo”.
  • Parco Nazionale Gran Sasso Monti della Laga – nei Comuni di Valle Castellana, Civitella del Tronto, Rocca Santa Maria e Cortino (TE), nel versante nord orientale del Parco, con il coinvolgimento del CEA “Monti della Laga” in località Prati Pantanelle, ex casa appoggio di pastori. 


I due CEA sono riconosciuti come Centri di Educazione Ambientale di interesse regionale nel sistema INFEA della Regione Marche e Regione Abruzzo e sono parte integrante delle strutture educative dei due Parchi nazionali.

Che risorse utilizzeremo?

Per la realizzazione del progetto è previsto l’acquisto di attrezzature e materiali didattici necessari per l’allestimento dei due atelier della natura dedicati al lupo. A fine progetto le attrezzature resteranno in dotazione ai CEA dei Parchi Nazionali convolti, in modo gratuito.

Per la realizzazione delle attività di progetto saranno inoltre disponibili le risorse strumentali e materiali didattici (gioco didatticounità didattica) già in dotazione ai due CEA nei Parchi e nei plessi scolastici. 


Le attrezzature digitali individuate per il progetto sono state selzionate in relazione alle indicazioni del Piano Scuola Digitale e alle esperienze di allestimento di atelier. 

In collaborazione con i Parchi Nazionali Monti Sibillini e Gran Sasso Monti della Laga

Progetto “Viva il Lupo” realizzato con il cofinanziamento del  Ministero dell’Ambiente del Territorio e del Mare, nel bando “Invito a presentare proposte in materia di educazione ambientale” Decreto MATTM n. 96/SG del 10/12/2018”. 
La responsabilità dei contenuti di questo materiale didattico è del beneficiario dell’azione, il Ministero dell’Ambiente del Territorio e del Mare non è responsabile dell’uso che potrebbe essere fatto delle informazioni contenute.

La natura chiama. E a volte scrive anche. Iscriviti alla newsletter WWF

Utilizziamo cookie tecnici, indispensabili per permettere la corretta navigazione e fruizione del sito nonché, previo consenso dell’utente, cookie analitici e di profilazione propri (denti di prima parte) e di terze parti, che sono finalizzati a mostrare messaggi pubblicitari collegati alle preferenze degli utenti, a partire dalle loro abitudini di navigazione e dal loro profilo. È possibile configurare o rifiutare i cookie facendo clic su “Configurazione dei cookie”. Inoltre, gli utenti possono accettare tutti i cookie premendo il pulsante “Accetta tutti i cookie”. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare la nostra cookies policy.