L’Oasi è situata al margine della piana di Albenga (Provincia di Savona) in località Valloni, nel comune di Villanova di Albenga. La sua estensione è di circa 10 ettari con un altitudine è compresa tra 40 e 80 metri sul livello del mare. La zona, interessata fino alla fine degli anni ’70 del secolo scorso da un’attività di cava per l’estrazione di argilla fossilifera pliocenica, è andata incontro ad un processo di ri-naturalizzazione spontaneo.

Ambiente, Flora e fauna

Anche se l’area è piuttosto ridotta, gli ambienti presenti sono numerosi. Si osservano infatti diversi stagni, formati dall’accumulo delle acque piovane nelle depressioni dell’ex cava con carattere permanente, semi-permanente o temporaneo.

Tra i primi, localizzati ad Est e Sud-Est, rientrano i due invasi più estesi, aventi una profondità massima rispettivamente di 4 e 6 metri. Tra i secondi si collocano gli invasi con profondità comprese tra 0,8 e 2 metri, mentre i terzi, zone umide temporanee presenti solo dall’Autunno alla Primavera, hanno una profondità inferiore al metro.

Gli stagni, spesso, sono circondati da zone semi-paludose con vegetazione caratteristica; nelle aree dove il terreno è meno umido, verso Ovest, si trovano praterie che si alternano a formazioni arbustive. Nella parte a Nord e Nord-Ovest calanchi argillosi privi di vegetazione conducono ad una porzione sopraelevata, delimitando rispetto al confine Nord una zona con maggiore vegetazione, dove si trovano prati con arbusti e boscaglie miste.

L’elenco floristico comprendente 210 specie appartenenti a 54 famiglie, tra cui Campanula sabatia (specie prioritaria UE) e numerose specie di orchidee.

Tra gli invertebrati sono stati censiti 24 Odonati, 17 Ortotteri, 36 Lepidotteri e 20 Aracnidi.

Tra i vertebrati 11 rettili (tra cui la testuggine palustre ingauna, il colubro lacertino e la lucertola ocellata), 4 anfibi, 78 uccelli e 9 mammiferi (tra cui la puzzola).

Visita e contatti

Come raggiungere l’Oasi
Seguire le indicazioni per l’ippodromo di Villanova d’Albenga. Una volta raggiunto l’ingresso dell’ippodromo proseguire lungo la provinciale per Ligo e prendere la prima strada sterrata sulla sinistra che conduce dopo poche centinaia di metri all’ingresso dell’Oasi.

  • LE ALTRE STRUTTURE
    LE ALTRE STRUTTURE

    Scopri le altre strutture in questa regione

La natura chiama. E a volte scrive anche. Iscriviti alla newsletter WWF

Utilizziamo cookie tecnici, indispensabili per permettere la corretta navigazione e fruizione del sito nonché, previo consenso dell’utente, cookie analitici e di profilazione propri (denti di prima parte) e di terze parti, che sono finalizzati a mostrare messaggi pubblicitari collegati alle preferenze degli utenti, a partire dalle loro abitudini di navigazione e dal loro profilo. È possibile configurare o rifiutare i cookie facendo clic su “Configurazione dei cookie”. Inoltre, gli utenti possono accettare tutti i cookie premendo il pulsante “Accetta tutti i cookie”. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare la nostra cookies policy.