La Riserva Naturale e Oasi WWF de Le Cesine, si estende per 348 ettari e rappresenta l’ultimo tratto di paludi costiere che un tempo caratterizzavano la costa salentina. L’area si compone di diversi habitat che la rendono un notevole scrigno di biodiversità: stagni temporanei, boschi a pino d’Aleppo, boschi di leccio,gariga e paludi costiere. L’Oasi si trova all’interno di una Zona Speciale di Conservazione  (IT9150032) nel Comune di Vernole (LE) ed è anche una Zona di Protezione Speciale (ZPS IT9150014).

Ambiente, Flora e Fauna

L’Oasi, di circa 350 ettari, è un ambiente umido tra i più conservati e importanti dell’Italia meridionale, ultimo superstite della vasta zona paludosa e boscosa che si estendeva da Brindisi ad Otranto. L’Oasi WWF Le Cesine si trova lungo una delle principali rotte migratorie e ospita numerosissimi uccelli acquatici. Sono state censite ben 32 Specie di orchidee spontanee alcune delle quali Lista Rossa nazionale come Anacamptis palustris; altre specie botaniche di notevole pregio e liste rosse presenti sono: Periploca graeca, Ipomea sagittata, Cytinus ruber.

La particolare complessità degli habitat della Riserva rende Le Cesine un’area ad elevata valenza naturalistica. Il mosaico di ambienti interconnessi è fondamentale per l’instaurarsi della complessa biodiversità tipica dell’habitat mediterraneo.

Numerose le specie di notevole valore faunistico dalle colorate farfalle come la vanessa del cardo e il macaone, agli anfibi, presenti con diverse specie di rane, rospi e tritoni. Tra i rettili spiccano la testuggine palustre e il colubro leopardino. Centottanta specie di uccelli popolani i diversi habitat dell’area nel corso delle stagioni. Non mancano i mammiferi, tra cui il tasso e la faina; di recente colonizzazione il cinghiale e il lupo.

Visita e contatti

La riserva è visitabile tutti i giorni dell’anno, per decreto ministeriale si accede solo accompagnati dalle guide della riserva. La prenotazione è obbligatoria.

Le visite guidate domenicali e festive sono alle ore 10:30  ed alle ore 16:30.

Si organizzano periodicamente attività a tema, giornate di sensibilizzazione, workshop e corsi di formazione.

Come raggiungere l’Oasi

“Masseria Cesine”,  Pos. GPS 40.350098, 18.336225.

Da Lecce: dalla tangenziale est uscita 8B (quella dopo lo stadio) proseguire per San Cataldo, all’incrocio con semaforo svoltare a destra (direzione Otranto) a circa 2,800 km sulla sinistra, l’ingresso sarà segnalato da appositi segnali stradali, percorrere la stradina asfaltata per circa 1 km sino al centro visite Masseria Cesine.

  • LE ALTRE STRUTTURE
    LE ALTRE STRUTTURE

    Scopri le altre strutture presenti in questa regione

La natura chiama. E a volte scrive anche. Iscriviti alla newsletter WWF

Utilizziamo cookie tecnici, indispensabili per permettere la corretta navigazione e fruizione del sito nonché, previo consenso dell’utente, cookie analitici e di profilazione propri (denti di prima parte) e di terze parti, che sono finalizzati a mostrare messaggi pubblicitari collegati alle preferenze degli utenti, a partire dalle loro abitudini di navigazione e dal loro profilo. È possibile configurare o rifiutare i cookie facendo clic su “Configurazione dei cookie”. Inoltre, gli utenti possono accettare tutti i cookie premendo il pulsante “Accetta tutti i cookie”. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare la nostra cookies policy.