Jova Beach Party | WWF Italy
© Jova Beach Party

Insieme a Jovanotti contro l'inquinamento da plastica

Ci siamo impegnati in questa bella avventura del Jova Beach Party perché da subito abbiamo creduto in Jovanotti. 

Il Jova Beach Party rappresenta per noi una grande occasione per promuovere su un pubblico molto ampio la nostra lotta all’inquinamento da plastica in natura e per sensibilizzare un gran numero di persone ad adottare stili di vita più sostenibili. 

Ma non ci siamo limitati solo a questo. La nostra presenza, con le nostre competenze e il nostro rigore scientifico ha spinto gli organizzatori ad organizzare un tour estivo di concerti che avessero un basso impatto ambientale.



© wwf

Le nostre attività all'interno del JBP

Durante il Jova Beach Party saremo presenti per informare, sensibilizzare ed educare il grande pubblico su stili di vita più sostenibili.

All'interno del villaggio potrete visitare la mostra informativa per conoscere l'importante tema dell'inquinamento da plastica in natura e il suo impatto sull'ambiente e sulle specie del nostro Pianeta. Il nostro staff WWF sarà lì per raccontare e spiegare come possiamo tutti, insieme, fermare questa grande emergenza ambientale partendo da piccoli cambiamenti nella nostra vita quotidiana.
Le attività che svolgeremo non sono rivolte solo ai grandi ma anche ai più piccoli che potranno imparare come proteggere i nostri mari partecipando al nostro gioco pensato per loro!

Perché è importante esserci

Lo sai che ogni anno vengono riversate in mare 8 milioni di tonnellate di plastica?
L'inquinamento da plastica in mare rappresenta una delle emergenze naturali più grandi del nostro Pianeta e se non agiamo ora nel 2050 nel mare ci sarà più plastica che pesce 

Siamo impegnati nella Campagna Globale #StopPlasticPollution per sensibilizzare e mobilitare quante più persone possibile per fermare questa emergenza globale, prenendo parte ad attività ed iniziative che ci permettano di promuovere la Campagna. 


Il Jova Beach Party per noi rappresenta anche una grande occasione per mobilitare nelle battaglie a tutela della la natura tante ragazze e ragazzi che, altrimenti difficilmente avvicinabili, che possono fare la differenza nel costruire una società sostenibile e che sappia attribuire al nostro capitale naturare il valore che merita.

"Perché non c'è niente che non sia natura"

Volontari WWF al Jova Beach Party


Il Jova Beach Party sarà anche una grande occasione per poter far avvicinare i giovani al noi e alle nostre attività, coinvolgendoli in prima persona. Durante il Jova Beach Party i ragazzi potranno schierarsi al nostro fianco come volontari WWF e collaborare con noi durante le attività di informazione, sensibilizzazione ed educazione che svolgeremo all'interno del JBP.  

Unisciti a noi come Volontario WWF ►

© wwf

Si tratta di una sfida difficile che tutti, dallo staff ai volontari, stanno affrontando con grandissimo impegno e professionalità perché insieme possiamo fare la differenza dimostrando che non solo il diritto delle persone a divertirsi con un grande evento non è incompatibile con stili di vita sostenibili ma soprattutto anche un momento di divertimento può dare una spinta fortissima per difendere e tutelare il nostro bellissimo e al tempo stesso fragile Pianeta. 

Together possible!

Partecipa al nostro tour di pulizia delle spiagge!

Contro il nuovo killer dei mari che minaccia la biodiversità e invade coste e mare aperto, noi scendiamo in campo con un Tour Spiagge Plastic Free partito il 3 giugno dalla Sicilia e per tutta l‘estate, coinvolgerà centinaia di volontari in decine di tratti di costa dal nord al sud del litorale italiano, isole comprese.

Generazione Mare, la nostra campagna in difesa del Capitale Blu inizierà con una maratona estiva di pulizia dei litorali che vedrà la partecipazione di partner di alto livello scientifico e centinaia di volontari e cittadini uniti dallo stesso obiettivo: liberare le nostre spiagge più belle dall'invasione della plastica.  

Il Tour Spiagge #PlasticFree

L'inquinamento da plastica è un problema globale causato dall'eccessivo consumo di plastiche e da una cattiva o mancata gestione dei rifiuti.

L'Europa è il secondo produttore di plastica al mondo e solo in Italia ogni anno si consumano solo di imballaggi  2,1 milioni di tonnellate di plastica.
L’Italia ha vietato l’utilizzo di shopper di plastica per la spesa dal primo gennaio 2011, dall’inizio del 2018 ha vietato l’uso di sacchetti di plastica per  gli alimenti, dal  primo gennaio 2019 sarà vietato l’uso di cotton fioc non biodegradabili e dal primo gennaio 2020 l’uso di microplastiche nei cosmetici.
Ma non basta, per salvare le nostre spiagge e i nostri mari serve di più!


 

Firma la petizione