In Abruzzo riparte il Progetto SalvaFratino | WWF Italy

In Abruzzo riparte il Progetto SalvaFratino

Notizie pubblicate su
18 February 2021

Primo appuntamento sabato 20 febbraio ore 18  


Inviate a tutti gli Enti le Linee Guida sulla gestione delle spiagge in cui è presente il piccolo trampoliere  Da sabato 20 febbraio, per tre sabati consecutivi, il WWF Abruzzo e l’Istituto Abruzzese Aree Protette (IAAP), in collaborazione con Area Marina Protetta Torre del Cerrano, Guardia Costiera e LIFE Calliope, hanno organizzato tre incontri webinar per parlare di dune e fratini. 
Gli incontri, che potranno essere seguiti in diretta Facebook dalla pagina dello IAAP, affronteranno il tema della tutela del piccolo trampoliere, simbolo della nostra costa, e del suo habitat. A ridosso della stagione riproduttiva si pone l’attenzione sulla tutela del fratino, uccello che nidifica sulle spiagge di tutta Italia da marzo a luglio, una specie purtroppo in fortissimo decremento, nel nostro Paese come in tanti altri, a causa soprattutto dell’occupazione pressoché totale del litorale durante la stagione balneare, delle pulizie meccaniche delle spiagge che distruggono nidi e uova e del disturbo da parte di cani e gatti vaganti che si aggiungono ai predatori naturali.  
Il primo incontro – sabato 20 febbraio alle ore 18 – sarà dedicato al LIFE Calliope che studia l’ambiente naturale che ospita il fratino, quello delle dune, ancora presente in alcune aree del litorale abruzzese, ma gravemente minacciato dalle attività turistiche, dall’alterazione della loro morfologia e da azioni di rimozione della vegetazione. 
Il secondo incontro – sabato 27 febbraio alle ore 18 – riguarderà invece il Progetto Salvafratino Abruzzo che, grazie ai volontari, da anni monitora i nidi presenti lungo la costa abruzzese. 
Il terzo incontro – sabato 6 marzo, sempre alle 18 – sarà l’occasione per un’analisi dei dati di nidificazione del Fratino lungo la costa abruzzese, per individuare punti di forza e punti di debolezza.   
“Ai webinar parteciperanno – dichiara Filomena Ricci, delegato regionale del WWF Abruzzo – Enti e gruppi di volontari che insieme alla nostra Associazione da anni si occupano della tutela del Fratino; l’Area Marina Protetta “Torre del Cerrano” che promuove il Progetto Salvafratino Abruzzo permettendo di mettere in atto il monitoraggio dei nidi lungo la costa abruzzese e ai tecnici di elaborare dati utili per la gestione; la Guardia costiera con la quale è in atto un accordo a livello nazionale e che sul territorio, rappresenta un imprescindibile punto di riferimento sia per le fasi di monitoraggio (fondamentale nella scorsa stagione, durante il lockdown) sia per le funzioni di controllo e tutela dei nidi; la Regione Abruzzo che descriverà le azioni del LIFE Calliope volte alla tutela delle dune. Verranno raccontate esperienze di gruppi di volontari che, partendo dalla tutela del trampoliere, hanno permesso di attivare buone pratiche di protezione di tratti di litorale, come la spiaggia del Fratino e del Giglio di mare di Alba Adriatica o l’attivazione di gruppi molto dinamici nel territorio come quello delle Guide del Borsacchio”. 
I webinar saranno anche l’occasione per raccontare i risultati ottenuti dal Progetto Salvafratino Abruzzo e presentare l’ultima relazione sull’analisi dei dati di nidificazione lungo la costa abruzzese. Nel frattempo sono partite le prime attività per la prossima stagione riproduttiva con l’invio a tutte le amministrazioni comunali costiere e a tutti gli enti interessati delle Linee guida per la gestione del Fratino in merito alla pulizia del litorale, l’individuazione di piccole aree costiere protette, il divieto di ingresso dei cani sulle spiagge con presenza del trampoliere, gli interventi di ripascimento e i sistemi di protezione dei nidi.