Ambiente, flora e fauna | WWF Italy

Ambiente, flora e fauna

Ambiente

Il territorio è caratterizzato da morbidi terrazzi, dall’ampia depressione del pantano (zona umida) e dalla falesia dalla morfologia tormentata. Il paesaggio della falesia, impressionante nel suo bagliore, si anima di forme accidentate e pittoresche estremamente originali, offrendo molteplici e variegati scorci scenografici.

Il litorale della riserva, lungo circa sei chilometri, è caratterizzato da tratti di costa alta dove emergono argille azzurre, stratificazioni calcaree con banchi di gesso, marne bianche erose dall’azione eolica che formano delle falesie a strapiombo e sabbia sciolta nei tratti bassi che costituiscono le dune costiere.
La Torre Salsa, antica torre d’avvistamento, si trova nel cuore della riserva e domina la sommità di un piccolo promontorio da cui traspare, laddove il processo d’erosione è più intenso, la bianca marna calcarea.
Il territorio della riserva è tutto di proprietà privata. Le attività agricole tradizionali sono consentite e, negli ultimi anni, si stanno evolvendo verso la riscoperta dei sapori tradizionali con la coltivazione di uliveti, vigneti e seminativi. Nelle zone meno siccitose invece, sopravvive la coltivazione del “pomodoro seccagno” vera e propria tipicità del territorio tra Montallegro e Siculiana, mentre le zone aride delle colline gessose sono occupate, nei territori più fertili, da antiche coltivazione di mandorlo.
 

Curiosità

 

Flora e fauna

Il periodo più bello in cui visitare l’Oasi è sicuramente quello primaverile, in cui alle decine di fioriture delle oltre 20 specie di orchidee (tra cui alcune rarissime) e di fiori tipici della macchia mediterranea, si accompagna un’esplosione di colori.
La sua flora è strettamente legata alle caratteristiche geologiche del luogo che, data l’esposizione al sole, i pochi corsi d’acqua e le scarse precipitazioni, ospita una vegetazione tipica delle zone aride.
Anche la fauna è molteplice e, oltre le trenta diverse specie di uccelli che popolano l’area, si segnala, fra i mammiferi, la presenza dell’istrice: specie braccata, che trova rifugio tra le pareti rocciose delle falesie. Le spiagge e le dune costiere solitarie invece, rappresentano luogo ideale per la riproduzione della tartaruga marina della specie Caretta caretta, che in questo tratto di costa depone spesso le sue uova. Nelle dune crescono l’euforbia marittima, la carota spinosa e il giglio marino.

 

Specie Simbolo