Urban Nature Contest per le scuole | WWF Italy








 

LA NATURA IN CITTÀ PER LE SCUOLE   

 

Urban Nature nel 2020 - Constest per le scuole

Dopo il grande successo della recente edizione del 2019, Urban Nature torna nel nuovo anno scolastico 2019-2020 con un nuovo Constest dedicato alle scuole italiane di ogni ordine e grado. 

Alle classi verrà chiesto i individuare progetti e azioni concrete per poter aumentare la biodiversità urbana nel nostro Paese. Un modo coinvolgente e divertente per riscoprire e rivivere la natura nelle nostre città!

I docenti potranno partecipare a incontri di formazione per ricevere crediti formativi in quanto l'iniziativa è promossa dal MIUR.

Il Regolamento di Urban Nature 2020 ►

Le caratteristiche degli elaborati ammessi ► 

 

© WWF Italia
Oggi in Italia ci sono più di 40.000 cortili scolastici, ma tantissimi sono completamente inagibili o non fruibili, oppure sono fazzoletti di cemento, utilizzati soltanto per una breve ricreazione. Il WWF Italia vuole regalare alle scuole aule all'aperto dove bambini e ragazzi possano giocare, imparare, relazionarsi con i compagni e riconquistare il rapporto con la natura. Per questo, fino al 4 ottobre ha attivato la raccolta fondi straordinaria del WWF Italia che attraverso il numero solidale 45585 sta raccogliendo risorse per costruire le prime 10 Aule Nature distribuite da nord a sud nella penisola. Investire sulla scuola significa investire sul futuro. 
 
Dona al 45585 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari WINDTRE, TIM, Vodafone, iliad, PosteMobile, Coop Voce, Tiscali. Oppure dona 5 e 10 euro per ciascuna chiamata da rete fissa TIM, Vodafone, WINDTRE, Fastweb e Tiscali, e 5 euro per le chiamate da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile. 

I corsi docenti sono un'opportunità per essere sempre aggiornati a livello culturale, scientifico, metodologico e professionale. I docenti parteciperanno ad attività dedicate all'approfondimento di tematiche specifiche, e attività di gruppo e laboratori; con un approccio educativo e ricco di stimoli didattici.
 

Tutti i Corsi Docenti A.S. 2020

I servizi ecosistemici, forniti dalla biodiversità urbana, sono cruciali per la salute e il benessere di coloro che vivono nelle città, per la sostenibilità stessa delle comunità urbane e per il futuro dell’intero Pianeta.

Per fortuna sono tanti gli esempi di buone pratiche che singoli cittadini, associazioni Amministrazioni e tantissime scuole stanno mettendo in atto per fare spazio alla Natura delle nostre città. 
 

Scopri i buoni esempi da seguire

Le nostre città racchiudono una biodiversità inaspettatamente ricca. Accanto alla presenza di aree semi-naturali o rinaturalizzate, come campi agricoli, orti urbani, parchi e giardini o tra case e palazzi è facile scoprire moltissime specie che vi abitano.

 

Scopri i nostri strumenti per l'educazione

Anche nella 4° edizione di Urban Nature i principali protagonisti sono stati i giovani e le scuole. 

I giovani si sono cimentati in progetti per riqualificare gli spazi della scuola, aree esterne, o altri tipi di intervento a livello urbano per aumentare la biodiversità nelle nostre città.



Scopri i progetti vincitori ►

Guarda i video dei progetti vincitori  

Città verdi a misura di bambino

Il benessere dei bambini è considerato un indicatore di “salute sociale” che si misura in termini di qualità della vita e della convivenza sociale di tutte le componenti di una comunità di persone, a partire ovviamente dalle fasce più deboli.

Esistono lezioni indispensabili, che ogni bambino deve apprendere per poter vivere una vita sana, e che nulla hanno a che vedere con la cultura moderna o con gli studi accademici, ma che è possibile ricevere solo a contatto con la natura.
 

Scarica il Report Benessere e Natura >>

L'effetto della Natura sul benessere dei più piccoli

Con Urban Nature vogliamo ripensare gli spazi urbani e restituire agli abitanti la biodiversità perduta e dare finalmente valore alla natura, anche nelle metropoli.

Quest’anno vogliamo analizzare gli effetti che provoca uno stile di vita artificializzato sui più piccoli e sulle soluzioni, proposte anche dai giovani stessi,  per promuovere e proteggere la biodiversità in ambito urbano da rilanciare ad amministratori, comunità, cittadini, imprese, università e scuole.

Le nostre città non sono progettate per i bambini. In media l’ 80% degli spazi pubblici urbani è occupato dal traffico automobilistico, che ostacola la possibilità di movimento attivo dei bambini e le uniche isole tutelate sono i parchi urbani, purtroppo insufficienti e spesso non curati. Tutti i bambini, e soprattutto quelli che vivono in condizioni sociali più svantaggiate, hanno però bisogno di un contatto costante con la natura per crescere in modo equilibrato. Svariati sono infatti gli studi che dimostrano che la disponibilità di spazi verdi nelle zone di residenza è fondamentale per garantire il loro benessere fisico, psichico e relazionale. Incrementare questa disponibilità significa quindi migliorare il benessere dei bambini. 

Gli effetti benefici degli alberi >>