Fiumi allo stremo: stop alle captazioni in Abruzzo | WWF Italy

Fiumi allo stremo: stop alle captazioni in Abruzzo

Notizie pubblicate su 11 August 2013   |  
L'Oasi WWF Gole del Sagittario (Aq)
L'Oasi WWF Gole del Sagittario (Aq)
© WWF Italia/A. Agapito

Il WWF Abruzzo interviene sulle captazioni a fini idroelettrici per l'Aventino e il Verde

Il WWF Abruzzo interviene sulle captazioni dei fiumi. La Regione Abruzzo ha pubblicato due proposte di captazione per il Fiume Aventino (fino a 2.550 litri/secondo) e per il Fiume Verde (fino a 3.000 litri/secondo). La Direttiva “Acque” dell'Unione Europea, propone che tutti i fiumi europei entro il 2008 raggiungano lo stato "sufficiente" ed entro il 2015 lo stato “buono”.
  • Il Fiume Verde, già sconvolto nella portata e qualità delle acque e il tratto di fiume coinvolto è classificato dall'ARTA come "sufficiente".
  • Il Fiume Aventino è uno dei pochi fiumi abruzzesi allo stato di qualità “buono” L'obiettivo dovrebbe essere la tutela dell'ambiente e del fiume vista l'attuale qualità ambientale, testimoniata anche dalla presenza della lontra e dalle numerose attività turistiche all'aria aperta.
I due interventi sui fiumi hanno già ricevuto il parere positivo dell'Autorità di Bacino, ignorando gli obblighi delle normative comunitarie. L'Abruzzo produce circa il 50% dell'energia elettrica da fonti rinnovabili ed ha una quantità di impianti maggiore rispetto alle esigenze. Il WWF crede bisogni puntare su risparmio energetico ed efficienza, non su nuove produzione, adibendo capannoni industriali, abbandonati e non, con pannelli fotovoltaici per coprire il resto del fabbisogno, tutelando i fiumi a rischio dall'impatto ambientale delle centrali idroelettriche.  
L'Oasi WWF Gole del Sagittario (Aq)
L'Oasi WWF Gole del Sagittario (Aq)
© WWF Italia/A. Agapito Enlarge

Commenti

blog comments powered by Disqus