H&M | WWF Italy

H&M

 rel=
H&M x WWF Italia
© H&M

H&M Italia e WWF Italia insieme per la sostenibilità

H&M utilizza unicamente sacchetti di carta certificata FSC (Forest Stewardship Council). Come ulteriore passo, vuole disincentivare l’utilizzo di packaging (levato usa e getta, c’è anche nello statement) e limitare il proprio impatto ambientale. Per questo motivo, a partire dal 18 febbraio 2021, in tutti i punti vendita H&M in Italia, i sacchetti di carta saranno a pagamento al prezzo di 0,10€. I profitti saranno interamente devoluti a WWF Italia a supporto del progetto Oasi, per la salvaguardia delle biodiversità e delle specie a rischio del nostro Paese.
 

Le Oasi del WWF rappresentano infatti un patrimonio naturale di oltre 100 aree protette lungo tutta la penisola, il più grande progetto sul campo del WWF Italia e un modello di conservazione diretta della natura. Spiagge, boschi, foreste, macchia mediterranea, ancora intatti: oltre 30.000 ettari dove la natura è protetta e trovano rifugio tante specie animali in pericolo. Oltre alle attività di conservazione nelle Oasi si svolgono attività di ricerca scientifica, monitoraggio, educazione, sensibilizzazione e promozione di uno sviluppo sostenibile.
 

H&M Italia offrirà inoltre a tutti gli iscritti al programma di fedeltà “Hello H&M Member” la possibilità di partecipare ad un concorso e vincere una crociera in barca a vela per visitare il Santuario Pelagos e osservare i catacei del nostro mare, accompagnati dagli esperti WWF. 
 

H&M si impegna per garantire che entro il 2025 tutti gli imballaggi siano riutilizzabili, riciclabili o compostabili. Attualmente è in corso uno studio su tutto il sistema di etichettatura e imballaggi, ad esempio i cartellini dei prezzi, le scatole regalo, gli scontrini e gli scatoloni per il trasporto. Questo aiuterà ad individuare i modi migliori per recuperare i materiali e per produrre gli imballaggi, oltre a studiare tutto il ciclo di vita per ottimizzarlo.

 

La partnerhsip H&M - WWF

Innescare un reale cambiamento nel settore del fashion, per questo da ormai quasi 10 anni il WWF collabora con H&M Group. L’industria del tessile e della moda, 
sono ambiti strategici per la nostra organizzazione, dato che le materie prime utilizzate per queste attività produttive provengono spesso dalle aree del mondo più sottoposte a pressione, e dove i bacini fluviali sono più inquinati. Le filiere tessili sono inoltre spesso localizzate in Paesi che dipendono fortemente dai combustibili fossili. 

Da quando H&M e WWF hanno avviato una partnership nel 2011, hanno deciso di collaborare per individuare soluzioni al fine di rendere più sostenibile l’attività di H&M e, in generale, dell’industria della moda. L’azienda gioca infatti un ruolo importante in questo settore, potendo influenzare positivamente i propri fornitori, consumatori e anche altri marchi verso scelte sostenibili. 

Fin da subito, l’attenzione si è concentrata sulla gestione dell’acqua, con l’obiettivo di rendere le operazioni e la filiera di H&M più efficienti dal punto di vista idrico. Numerosi i risultati positivi che questa collaborazione ha portato e sta portando su questo piano, per esempio oltre 500 fornitori della catena di approvvigionamento di H&M hanno migliorato i propri standard di gestione dell’acqua e delle sostanze chimiche. In Cina la partnership ha sostenuto un progetto per incoraggiare gli agricoltori a usare meno prodotti agrochimici, per aiutare a ripristinare la salute del fiume Yangtze. 

Tra il 2016 e il 2020, la collaborazione si è ampliata per affrontare il tema del cambiamento climatico, definendo un obiettivo sfidante: diventare climate positive entro il 2040. Ciò significa che H&M si è impegnata a ridurre ancora di più le emissioni lungo l’intera filiera produttiva rispetto a quelle di cui è essa stessa responsabile, affrontando gli impatti non solo dovuti alle proprie operazioni, nei negozi e magazzini, ma anche quelli causati da clienti, fornitori, materiali e trasporti. 

Infine, oltre alle azioni su acqua e clima, negli ultimi anni WWF e H&M hanno avviato un dialogo strategico per questioni rilevanti quali la circolarità, lo studio e l’implementazione di materiali innovativi e l’arresto della perdita di biodiversità
 

Collezione per ragazzi 2018

Non si è mai troppo giovani per mostrare l’amore per il nostro pianeta.


A distanza di due anni, il WWF ha scelto di realizzare insieme ad H&M una nuova collezione dedicata ai bambini, pensata per accrescere la consapevolezza riguardo alcuni degli animali più iconici ma a rischio del Pianeta. 

Questa collezione limitata è disponibile nei negozi H&M in tutto il mondo e negli store online H&M dal 27 settembre 2018 fino ad esaurimento scorte! 

La collezione è realizzata con materiali più sostenibili e segue rigorosi criteri ambientali e sociali*. Il 10% del prezzo di vendita andrà a sostenere il lavoro del WWF su fauna selvatica, acqua dolce e clima. Questa iniziativa si inserisce nella più ampia partnership tra WWF e H&M dedicata alla riduzione degli impatti ambientali dell’azienda, con l’obiettivo di rendere tutta l’industria della moda maggiormente sostenibile.
 

La partnership tra WWF e H&M: acqua e clima

Uomini e animali si trovano ad affrontare le sfide legate all’inquinamento dell’acqua e al cambiamento climatico. Per questo motivo WWF lavora assieme a H&M sulla gestione dell’acqua e sul clima, con l’obiettivo di individuare soluzioni per rendere più sostenibile l’attività di H&M e, in generale, dell’industria della moda.   

L’industria del tessile e della moda sono ambiti strategici per WWF, poiché le materie prime utilizzate per queste attività produttive provengono spesso dalle aree del mondo più sottoposte a pressione e nelle quali i bacini fluviali sono inquinati. Le filiere tessili sono inoltre spesso localizzate in Paesi che dipendono fortemente dai combustibili fossili. 

Lavorando insieme, WWF e H&M hanno il potenziale per innescare un reale cambiamento – all’interno di H&M e oltre.  H&M gioca infatti un ruolo importante nell’industria della moda, potendo quindi influenzare positivamente i propri fornitori, consumatori e anche altri marchi verso la sostenibilità. Insieme è possibile dimostrare alle altre aziende che la sostenibilità è possibile e compatibile con il business.

 


Scopri di più sulla partnership >>


 
 
© H&M
Collezione ragazzi 2018
© H&M

Non perderti il video della campagna >>

*Ogni prodotto della collezione è costituito da minimo 95% di cotone biologico certificato, conforme a severi standard come OCS (Organic Content Standard) o GOTS  4.0 (Global Organic Textile Standard) e controllato da un organismo di certificazione indipendente come Control Union o ICEA. Le fabbriche rispettano lo standard di qualità dell'acqua BSR e le sostanze chimiche utilizzate in tutta la catena di approvvigionamento sono conformi a H&M RSL   (paragonabile a GOTS). Gli impegni di sostenibilità di H&M sono allineati con gli standard concordati a livello internazionale. Tra queste figurano le convenzioni ONU e ILO applicabili, come la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, la Dichiarazione dell'Organizzazione Internazionale del Lavoro sui Principi e Diritti fondamentali nel lavoro, i Principi Guida delle Nazioni Unite sulle Imprese e i Diritti umani, nonché la legislazione nazionale.