info:
© Andrea Novelli

Oasi di Penne

L’Oasi del WWF è anche Riserva Regionale e Zona Speciale di Conservazione (IT7130214) situata nel Comune di Penne (PE). Si estende per circa 1.300 ettari intorno al bacino artificiale con ambienti umidi, vegetazione ripariale e aree agricole.

Il lago di Penne rappresenta un modello di gestione come area protetta, centro di educazione ambientale, turismo responsabile con la produzione di energia rinnovabile, coltivazioni biologiche, attività di informazione, sensibilizzazione e salvaguardia delle tradizioni locali e diffusione della cultura scientifica e naturalistica.

Ambiente flora e fauna

E’ un insieme di vari ambienti con prevalenza di habitat lacustri caratterizzati da vegetazione ripariale. Il bosco igrofilo passa al bosco mesofilo e termofilo con presenza di roverella, carpino, orniello e acero campestre, risalendo sulle colline fino ad arrivare ai coltivi caratterizzati da ulivi e cereali.

L’ambiente umido è caratterizzato da vegetazione tipica delle aree umide come farfaraccio, equiseto, giunco,carice, con le tipiche specie arboree come salici e pioppi. Tra gli arbusti prevalgono il ginepro, il prugnolo, la fusaria, l’agazzino e il carpino orientale.

Tra le 214 specie di uccelli censiti, sono presenti alcuni ardeidi come l’airone cenerino, l’airone rosso e la nitticora, simbolo dell’Oasi, la garzetta, varie specie di limicoli tra cui il cavaliere d’Italia e diverse specie di anatre. Più volte è stato segnalato il lupo a Collalto, tra i mammiferi sono presenti la faina, la puzzola, il tasso, la volpe e numerosi micromammiferi. Il “Centro Lupi & ibridi” è un centro unico del suo genere in Italia, con l’obiettivo di informare e sensibilizzare sul problema dell’ibridazione per la conservazione del lupo appenninico www.riservalagodipenne.com/le-strutture.

Tra gli anfibi e rettili sono presenti: la rana verde, la raganella, il tritone crestato, il ramarro, il biacco, la natrice dal collare e il colubro d’Esculapio. Numerosi sono i macroinvertebrati lungo i corsi d’acqua: efemerotteri, tricotteri e plecotteri. Ricca anche la fauna ittica.

La Riserva di Penne comprende 4 sentieri-natura, di lunghezza diversa, per un totale di circa 16 km.

I sentieri sono tutti facilmente percorribili, in terra battuta oppure con passerelle in legno, non presentano alcuna difficoltà e sono in gran parte percorribili anche da persone con disabilità motorie.

Sono presenti le aree faunistiche del capriolo e della lontra dove si possono osservare questi elusivi animali.

La Riserva di Penne ha inoltre istituito il Laboratorio per le Aree Protette Italiane e lo Sviluppo Sostenibile, LAPISS. Si tratta di un Centro di studi e formazione per la conservazione e la gestione delle risorse naturali all’interno del quale sviluppare, promuovere ed ospitare corsi, incontri formativi, seminari, meeting, lezioni, dibattiti, scambi culturali, pacchetti formativi di qualità caratterizzati da un riscontro pratico che ne consenta la concreta applicazione.

Visita e contatti

L’Oasi è aperta secondo queste modalità:

  • 21 marzo/20 giugno – tutti i giorni* 10.00 – 13.00/15.00 – 18.00
  • 21 giugno/20 settembre – tutti i giorni* 10.00 – 13.00/15.00 – 19.00
  • 21 settembre/20 marzo – tutti i giorni escluso sabato e domenica 10.00 – 13.00/15.00 – 17.00

*Il sabato il centro visite rimane aperto nel pomeriggio

Presso il CEA Bellini è possibile soggiornare tutto l’anno, con servizio di pensione completa, sia per soggiorni di studio, sia per turismo.

Come raggiungere l’Oasi

L’Oasi è a Penne in provincia di Pescara, a 35 km dal mare, nel versante meridionale del Gran Sasso.
Con i mezzi pubblici: in treno fino alla Stazione Pescara Centrale, in autobus autolinea Gestione-Governativa linea extra-urbana Pescara-Penne fino al capolinea di Penne, da Penne servizio urbano per Collalto.
In auto: A14 da Nord – Uscita Pescara Nord, S.S. 16 bis direzione Cappelle sul Tavo. A14 da Sud, Uscita Pescara Ovest, poi S.S. 81 direzione Cepagatti-Penne. Autostrada A25 Uscita Chieti-Pescara asse attrezzato, S.S. 81 Piceno Aprutina direzione Cepagatti-Penne. Da Penne Circonvallazione Aldo Moro, Lago di Penne, Centro visite a km 4.

  • LE ALTRE STRUTTURE
    LE ALTRE STRUTTURE

    Scopri le altre strutture in questa regione

La natura chiama. E a volte scrive anche. Iscriviti alla newsletter WWF

Utilizziamo cookie tecnici, indispensabili per permettere la corretta navigazione e fruizione del sito nonché, previo consenso dell’utente, cookie analitici e di profilazione propri (denti di prima parte) e di terze parti, che sono finalizzati a mostrare messaggi pubblicitari collegati alle preferenze degli utenti, a partire dalle loro abitudini di navigazione e dal loro profilo. È possibile configurare o rifiutare i cookie facendo clic su “Configurazione dei cookie”. Inoltre, gli utenti possono accettare tutti i cookie premendo il pulsante “Accetta tutti i cookie”. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare la nostra cookies policy.