La Natura del Cibo | WWF Italy

La Natura del Cibo

La Natura del Cibo

Una sola Terra per nutrire il Pianeta
Con questo progetto il WWF Italia, con il contributo del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, porta i temi di EXPO2015 nel territorio italiano.
 
Il progetto prevede diverse tipologie di azioni che approfondiranno la relazione tra la sicurezza alimentare, vincendo le sfide della denutrizione e della disponibilità di cibo, e la sostenibilità ambientale delle diete e delle filiere agro-alimentari in relazione all’utilizzo delle risorse naturali ed impatti sulla biodiversità.
 
Gli eventi previsti fino al 31 ottobre, per tutta la durata di EXPO2015, coinvolgeranno direttamente i singoli cittadini e le famiglie che visiteranno le Oasi ed i Centri di Educazione Ambientale dell’Associazione in 18 regioni e la nostra sede di Milano presso il giardino delle Ex Serre (in zona 1 della città). Il grande pubblico sarà coinvolto anche attraverso gli strumenti di comunicazione tradizionali ed i social network, mentre gli alunni delle scuole di diverso ordine e grado e gli insegnanti ed educatori diventeranno protagonisti attraverso i Centri di Educazione Ambientale con materiali, percorsi didattici e seminari di formazione riconosciuti dal MIUR.
 
Valorizzando l’attenzione generale dell’esposizione EXPO2015 sul tema “Nutrire il Pianeta, energia per la vita” il WWF vuole stimolare la riflessione sulla relazione esistente tra la qualità della dieta delle singole persone e la conservazione della struttura e delle funzioni  degli ecosistemi che a livello globale e locale contribuiscono alla fornitura dei nostri alimenti (il cibo come fondamentale servizio ecosistemico) e sulla sostenibilità delle pratiche agricole e delle filiere agroalimentari per la conservazione delle risorse idriche, la lotta ai cambiamenti climatici e la tutela della biodiversità.

VAI AGLI APPROFONDIMENTI >

Con il progetto si intende:

  • utilizzare Expo per mettere in comune le conoscenze per affrontare le sfide del tema “nutrire il pianeta, energia per la vita”, stimolando il dibattito sulle tematiche dell’alimentazione, la dieta, il consumo delle risorse, gli sprechi, l’agricoltura e i sistemi di produzione;
  • attivare la società civile per riflettere sulla questione principale dell’EXPO2015: come garantire a tutti e per il lungo periodo l’accesso equo a un’alimentazione sufficiente, di qualità, sana e sostenibile;
  • incoraggiare il dialogo sulle tematiche dell’EXPO2015 profondamente legate ad alcuni obiettivi principali del Millennio fissati dall’ONU, in particolare la lotta contro la fame e le modalità di garantire un futuro equo al Pianeta, , aggiornandolo ai nuovi Sustainable Development Goals (SDGs) che saranno approvati dall’Assembela generale delle Nazioni Unite nel settembre 2015 e che caratterizzeranno l’intera agenda globale dello sviluppo dopo il 2015 ; 
  • promuovere l’importanza di una transizione verso un modello economico più sostenibile e più efficiente nel modo di consumare le risorse;
  • educare alla sostenibilità dell'alimentazione, sviluppando nel cittadino/consumatore una maggior consapevolezza dei nessi causali esistenti tra il proprio stile di vita, le proprie scelte di consumo alimentare (e gli sprechi a questo connessi), l’ambiente e il futuro. La parola chiave sarà la “connessione” tra: locale e globale, tra natura, cultura e tecnologia, tra personale e sociale, tra ambiente e salute.