Pandanews

La Blue Panda torna a veleggiare nel Mediterraneo

La barca a vela ambasciatrice del WWF navigherà di nuovo per proteggere i tesori del Mediterraneo

Un viaggio lungo 5 mesi con la prima tappa in Italia

Dopo un anno di pausa forzata a causa della pandemia, la Blue Panda, barca a vela ambasciatrice del WWF, è pronta a salpare per un viaggio che per 5 mesi la porterà ad attraversare 6 delle più iconiche Aree Marine Protette (AMP) del Mediterraneo.

Da giugno a novembre la missione è quella di promuovere i loro tesori e liberarle dagli attrezzi fantasma depositati sui fondali, un pericolo per la biodiversità marina, grazie al lavoro congiunto con pescatori, subacquei e gestori delle AMP.

Sub nei fondali dell’AMP di Portofino. Foto di Luca Coltri

Il Mare Nostrum rappresenta appena l’1% di superficie degli oceani ma ospita il 10% di tutte le specie marine conosciute. Il progetto Blu Panda ha il compito, da un lato di mettere in evidenza queste minacce, anche attraverso attività di ricerca durante la navigazione, dall’altro di sensibilizzare persone, comunità ed istituzioni sulla necessità di una protezione sempre più estesa ed efficace del nostro Capitale Blu. La missione è raggiungere l’obiettivo del 30% di Mediterraneo efficacemente protetto previsto dalla nuova Strategia sulla Biodiversità europea.

Donatella Bianchi, presidente del WWF Italia

Un viaggio per proteggere i tesori del Mediterraneo

Il viaggio per “Proteggere i tesori del Mediterraneo” inizierà il 28 giugno, dalla costa frastagliata e i fondali ripidi dell’AMP Portofino in Liguria per proseguire in altre AMP: Zante (Grecia), Kas Kekova (Turchia), Cap Corse (Francia), Tabarka (Tunisia) e Tagomago (Spagna). A settembre la Blue Panda incontrerà a Marsiglia anche i responsabili politici e gli scienziati che parteciperanno al Congresso mondiale sulla conservazione dell’IUCN per spingerli sostenere la protezione di almeno il 30% del Mar Mediterraneo.

La mappa che mostra il viaggio della Blue Panda del WWF nel 2021

Prima tappa all’AMP di Portofino

La prima tappa nel Mediterraneo tocca proprio l’Italia e vede protagonista una delle aree più famose per la protezione del Mediterraneo, l’Area Marina Protetta Portofino. La Blue Panda è arrivata in Italia il 27 giugno ed è stata protagonista di una serie di eventi dedicati alla biodiversità marina e organizzati dal WWF insieme all’Area Marina Protetta Portofino con il patrocinio del Comune di Santa Margherita Ligure.

L’equipaggio della Blue Panda insieme al sindaco di Santa Margherita Ligure e allo staff dell’AMP di Portofino. Foto di B. Caprarella
La natura chiama. E a volte scrive anche. Iscriviti alla newsletter WWF

Utilizziamo cookie tecnici, indispensabili per permettere la corretta navigazione e fruizione del sito nonché, previo consenso dell’utente, cookie analitici e di profilazione propri (denti di prima parte) e di terze parti, che sono finalizzati a mostrare messaggi pubblicitari collegati alle preferenze degli utenti, a partire dalle loro abitudini di navigazione e dal loro profilo. È possibile configurare o rifiutare i cookie facendo clic su “Configurazione dei cookie”. Inoltre, gli utenti possono accettare tutti i cookie premendo il pulsante “Accetta tutti i cookie”. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare la nostra cookies policy.