Pandanews

Buone notizie per il Clima

Dall'UE che prevede di vietare i prodotti che incorporano la deforestazione, al Portogallo che dice fine all'era carbone. Le buone notizie del mercoledì

Good News per il Pianeta

Dal mondo e dall’Europa, come ogni mercoledì, torna l’appuntamento con le buone notizie per il Clima. Dall’Unione Europea che prevede di vietare i prodotti che incorporano la deforestazione, al Portogallo che dice basta al carbone, passando per l’energia solare, ecco le scelte green dei Paesi che abbiamo scelto di raccontare questa settimana.

4 buone notizie per il Clima

L’UE vieta i prodotti derivati dalla deforestazione

Bruxelles ha messo gli occhi sugli impatti sul clima del cioccolato che mangiamo, del caffè che beviamo e della pelle che indossiamo. Infatti in base alle nuove regole rivelate mercoledì, la Commissione europea prevede di vietare la vendita di prodotti agricoli realizzati in terreni deforestati. L’elenco iniziale di alimenti identificati comprende soia, manzo, olio di palma, cacao e caffè, oltre al legno: tentativo di garantire che le foreste di tutto il mondo rimangano intatte e continuino ad assorbire anidride carbonica man mano che crescono. L’IPCC stima che il 23% di tutte le emissioni di gas serra provenga dall’agricoltura, dalla silvicoltura e da altri usi del suolo, compreso l’allevamento del bestiame

Arrivata la prima nave portacontainer elettrica

La prima nave portacontainer elettrica e semovente al mondo – Yara Birkeland – ha effettuato venerdì il suo viaggio inaugurale nel fiordo di Oslo. Il portacontainer sarà in grado di tagliare 1.000 tonnellate di CO2 e sostituirà 40.000 viaggi all’anno con camion a diesel. La nave è stata realizzata dal costruttore navale locale VARD con il sostegno finanziario dell’ente di tecnologia climatica Enova e inizierà le operazioni commerciali nel 2022.

Energia solare, la più economica della storia

Questo secondo il World Energy Outlook 2020 dell’Agenzia Internazionale per l’Energia, che delinea anche l’impatto “straordinariamente turbolento” del coronavirus e il futuro “altamente incerto” del consumo energetico globale nei prossimi due decenni. Lo scenario principale dell’AIE prevede una produzione solare del 43% in più entro il 2040 rispetto a quanto previsto nel 2018, anche a causa di nuove analisi dettagliate che mostrano che l’energia solare è del 20-50% più economica di quanto si pensasse.

Portogallo libero dal carbone

Il Portogallo è diventato il quarto Paese in Europa a smettere di bruciare carbone, con la sua unica centrale a carbone rimasta, Pego, che ha chiuso dieci giorni prima del previsto. Si conclude l’uscita vorticosa dal carbone, iniziata quando il Paese ha firmato una dichiarazione per uscire dal carbone entro il 2030 alla COP23 di Bonn nel 2017.

Meno di cinque anni dopo il lavoro è stato concluso. Un’ulteriore prova che una volta che i Paesi iniziano a far girare le cose su impegni come questi, inevitabilmente i buoni risultati arrivano.

Good News dal Clima
Good News dal Clima
Good News dal Clima
Good News dal Clima
Good News dal Clima
La natura chiama. E a volte scrive anche. Iscriviti alla newsletter WWF

Utilizziamo cookie tecnici, indispensabili per permettere la corretta navigazione e fruizione del sito nonché, previo consenso dell’utente, cookie analitici e di profilazione propri (denti di prima parte) e di terze parti, che sono finalizzati a mostrare messaggi pubblicitari collegati alle preferenze degli utenti, a partire dalle loro abitudini di navigazione e dal loro profilo. È possibile configurare o rifiutare i cookie facendo clic su “Configurazione dei cookie”. Inoltre, gli utenti possono accettare tutti i cookie premendo il pulsante “Accetta tutti i cookie”. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare la nostra cookies policy.