Pandanews

Quaderno Cambia la Terra

Giovedì 15 aprile alle 10, con M. Martina (FAO) e rappresentanti associazioni bio e ambiente Il biologico italiano gode di una posizione di leadership in Europa e nel mondo. L’Italia ha una percentuale di superficie agricola destinata al bio…

Giovedì 15 aprile alle 10, con M. Martina (FAO)
e rappresentanti associazioni bio e ambiente

Il biologico italiano gode di una posizione di leadership in Europa e nel mondo. L’Italia ha una percentuale di superficie agricola destinata al bio doppia rispetto alla media europea e oltre 80.000 imprese che operano esclusivamente o in parte nel comparto. Le policy europee, a cominciare dalle strategie Farm to Fork e Biodiversità, hanno fissato al 2030 un target del 25% di superficie bio, triplicando così la media europea. Ma nei fatti le politiche attuative stentano a decollare a scala continentale e in Italia e il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), quello che diventerà lo strumento di sviluppo sostenibile più importante, registra una scarsa attenzione all’agroecologia.
 
Cambia la terra – il progetto voluto da FederBio assieme a Legambiente, Lipu, Medici per l’Ambiente, Slow Food e WWF e sostenuto da alcune importanti aziende del bio – ha elaborato un Quaderno che si aggiunge al Rapporto Cambia la Terra 2018 e spiega quali sono le ragioni per chiedere maggiore coraggio ai decisori pubblici.
Perché la transizione ecologica sia anche una Transizione Biologica.
 
Per presentare i contenuti del Quaderno si svolgerà un web talk, in diretta sulle pagine fb di Cambia La Terra e FederBio, domani, giovedì 15 aprile alle 10.

La natura chiama. E a volte scrive anche. Iscriviti alla newsletter WWF

Utilizziamo cookie tecnici, indispensabili per permettere la corretta navigazione e fruizione del sito nonché, previo consenso dell’utente, cookie analitici e di profilazione propri (denti di prima parte) e di terze parti, che sono finalizzati a mostrare messaggi pubblicitari collegati alle preferenze degli utenti, a partire dalle loro abitudini di navigazione e dal loro profilo. È possibile configurare o rifiutare i cookie facendo clic su “Configurazione dei cookie”. Inoltre, gli utenti possono accettare tutti i cookie premendo il pulsante “Accetta tutti i cookie”. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare la nostra cookies policy.